Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care

Cheratosi

Cosa sono le cheratosi?

Le cheratosi rappresentano delle alterazioni della pelle che si manifestano attraverso la comparsa di chiazze in rilievo sulla cute, di colore grigio-bruno. Possiamo distinguere due diversi tipi di cheratosi:

  • cheratosi seborroica: è una forma di tumore benigno della pelle, caratterizzato dalla comparsa di macchioline marroni e brune poste in rilievo che si manifestano soprattutto sul tronco e sul viso;
  • cheratosi attinica o cheratosi solare: è una lesione della pelle squamosa che appare su viso, orecchie, cuoio capelluto, collo, spalle e braccia, in seguito ad una esposizione del corpo al sole.

Quali sono i sintomi delle cheratosi?

I sintomi delle cheratosi differiscono in base alla natura e alla tipologia.

Le cheratosi seborroiche si manifestano attraverso la formazione di verruche poste in rilievo sulla cute,di colore marrone o grigio. La verruca seborroica può essere di piccole dimensioni ma può anche raggiungere i 5 cm di grandezza. A volte è possibile che le cheratosi seborroiche comportino un certo fastidio e sensazione di prurito, comportando anche una sorta di sfaldamento e distacco di piccoli pezzetti della verruche seborroiche.

Le cheratosi attiniche si manifestano con la comparsa di piccole lesioni ruvide al tatto e dall’aspetto squamoso, di colore rosa. Potrebbe accadere che le chiazze si presentino di colore scuro, oppure che si presentino a forma di corno cutaneo.

A differenza delle cheratosi seborroiche, quelle attiniche possono sviluppare un tumore maligno chiamato carcinoma spinocellulare.

Come si curano le cheratosi?

Per quanto riguarda le cheratosi seborroiche, non è necessario alcun trattamento essendo una formazione di natura benigna. Tuttavia i pazienti possono fare richiesta d’intervento per motivi estetici. Si può infatti ricorrere alla chirurgia, alla crioterapia, al laserterapia, alla dia termocoagulazione e al curettage.

Per quanto riguarda invece le cheratosi attiniche si può intervenire attraverso interventi chirurgici con esami istologici, la crioterapia, il laserterapia CO2, la terapia fotodinamica e altre terapie a base di medicinali a uso topico come 5-fluorouracile, Imiquimod, Diclofenac.

Per prevenire soprattutto la comparsa della cheratosi attinica è consigliato utilizzare abiti e creme di protezione solare.