Customer care

Epistassi

Cos’è l’epistassi?

L’epistassi o rinorragia, è un’emorragia interna a livello nasale e si sostanzia in una perdita di sangue dal naso. Questo disturbo è molto comune soprattutto tra i bambini ma anche tanti adulti ne possono essere colpiti.

Possiamo distinguere due tipi di epistassi:

  • epistassi essenziale: si manifesta senza una vera e propria causa scatenante;
  • epistassi secondaria: rappresenta uno dei sintomo di un’infezione specifica.

La perdita di sangue dal naso può avere un flusso scarso o abbondante, fino al verificarsi di una vera emorragia.

Cause dell’epistassi

La maggior parte delle volte il sangue dal naso dipende da irritazioni, traumi o lesioni che interessano le parti più interne del naso, che scatenano una rottura dei vasi sanguigni. Questo accade soprattutto tra i bambini mossi da curiosità e vivacità. Tra le possibili cause troviamo:

  • starnuti;
  • soffiare il naso con eccessivo sforzo;
  • infilare le dita dentro il naso;
  • secchezza della mucosa;
  • presenza di corpi estranei;
  • carenza di vitamine;
  • colpi di calore.

Il sangue dal naso, però, può essere anche il sintomo di patologie specifiche come:

  • rinite;
  • sinusite;
  • polipi nasali;
  • deviazione del setto nasale;
  • tumori;
  • altre malattie come l’AIDS.

Cosa fare in caso di epistassi?

Quando si parla di perdita di sangue dal naso è opportuno seguire dei piccoli accorgimenti e manovre di primo soccorso, in modo da limitare e risolvere il problema il prima possibile.

Il primo consiglio è quello di far sedere il paziente con la testa inclinata leggermente in avanti. Poi si dovrà esercitare una pressione decisa sul naso per qualche minuto, in modo da bloccare subito il flusso in uscita di sangue. In alcuni casi potrebbe essere utile applicare del ghiaccio sul ponte nasale. Negli episodi più gravi si può ricorrere a vasocostrittori locali e tamponi nasali.

Nel caso in cui l’emorragia non si dovesse arrestare in tempi brevi consigliamo di rivolgersi a un medico o direttamente al pronto soccorso più vicino, anche e soprattutto nei casi in cui l’epistassi sia causata da un trauma cranico.