Come gestire le coliche del neonato

Data di creazione: 2019-10-09 Visite: 153

Le coliche gassose sono spasmi violenti e improvvisi che colpiscono reni e addome e sono dovute a fenomeni di tipo fermentativo che dilatano le anse dell’intestino e del colon. Nota anche come ‘colichetta’ è una sindrome frequente nei più piccoli, specialmente nei primi 3-4 mesi di vita del bambino, in cui il sistema digestivo è ancora incompleto e in via di sviluppo.

Le ripetute emissioni anali di gas che danno una sensazione di liberazione al lattante sofferente, sono generalmente accompagnate da irritabilità e agitazione.  Un pianto eccessivo ed inconsolabile, di solito nelle ore pomeridiani e serali, è il segnale tipico che contraddistingue il manifestarsi della ‘colichetta’.

Questa disfunzione intestinale causa forte stress nel neonato e altrettanto nei genitori. Ma è bene essere consapevoli del fatto che si tratta di un disturbo molto comune risolvibile nel giro di qualche settimane senza alcuna conseguenza permanente, e che può dipendere da diversi fattori:

  • Immaturità del tratto gastro-intestinale
  • Aerofagia
  • Intolleranza al lattosio e/o proteine del latte.
  • Malattie infiammatorie dell'intestino,

 

Rimedi

I rimedi consigliati sono quanto mai diversi e, se da un lato rispecchiano l'incertezza degli studiosi sul tema, dall'altro suggeriscono che ogni bambino rappresenta un caso a sé e come tale richiede un approccio del tutto personalizzato.

Le mamme in fase di allattamento possono partire dalla propria dieta, evitando cibi allergizzanti come crostacei, latte, soia, uova, arachidi e grano.
Per donare sollievo al neonato durante gli spasmi, invece, si possono imparare e applicare tecniche di massaggio.
Può essere di aiuto somministrare tisane a base di finocchio, camomilla, melissa e anice verde, che hanno il potere di sgonfiare l'addome ed alleviare gli spasmi del piccolo. Ricorrere ai probiotici potrebbe essere un'altra ottima soluzione per le coliche gassose.

Ad ogni modo, è fondamentale consultare sempre il pediatra, soprattutto se si è alle prime armi con un bimbo piccolo.

Tags: