Ti piacerebbe essere informato se il prezzo dovesse diminuire?
Inserisci il tuo indirizzo email per essere informato quando il prezzo di questo prodotto sarà ridotto:


Invia Chiudi
Ti piacerebbe essere informato se il prezzo dovesse diminuire?
Inserisci il tuo indirizzo email per essere informato quando il prezzo di questo prodotto sarà ridotto:
Invia Chiudi
In Magazzino
Inserisci il tuo indirizzo email per essere informato quando il prodotto torna disponibile:
Invia Chiudi
Offerta
Meno Kol Forte Integratore Alimentare 40 Compresse

Meno Kol Forte Integratore Alimentare 40 Compresse

23,90€ 20,61€ (-14%) Prezzo tasse escluse: 18,74€
Acquista almeno 3 pezzi a 20,20€ ciascuno
Acquista almeno 4 pezzi a 19,79€ ciascuno
Acquista almeno 5 pezzi a 19,37€ ciascuno
 
Marca: FARMACIA LEGNANI Srl
Codice Prodotto: 913599888
EAN:
Disponibilità: In Magazzino

Meno Kol Forte

Integratore Alimentare


Meno Kol è un integratore alimentare composto da prodotti naturali con obiettivo di riequilibrare  fisiologicamente il  metabolismo del colesterolo. In particolare contiene Policosonali ottenuti dalla cera del riso, Betasitosteroli, Monascus Propureus che viene estratto dal Riso Rosso Fermentato. Contiene inoltre canna da zucchero e pepe nero.
Il riso rosso fermentato è ottenuto dalla fermentazione del riso (Oryza sativa), ad opera di un particolare lievito rosso chiamato Monascus purpureus . La fermentazione porta alla formazione di monacoline di cui il lievito si arricchisce, in particolare di quella Kche, se assunta ad una dose di 10 mg al giorno, contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue.
La Monacolina K del riso rosso ha un meccanismo d’ azione simile ad alcune statine, andando ad inibire l’HMG-CoA reduttasi, che rappresenta un enzima essenziale nella biosintesi del colesterolo. La corteccia di Berberis Aristata favorisce la regolare funzionalità del sistema cardiovascolare.

Vediamo più nei dettagli la composizione del prodotto e le sue funzioni.
Coltivata e conosciuta in Occidente come Berberis indiana o crespino, la Berberis aristata è un arbusto spinoso della famiglia delle Berberidacee. Questa pianta, originaria delle zone montane di India, Nepal e Sri Lanka, ha una corteccia di colore giallo-grigio all’esterno e giallo scuro all’interno (se ne ricava una polvere per la tintura dei tessuti) ed è nota anche per le sue bacche dolci, che, fresche o secche, vengono gustate in India come dessert. Le virtù curative e depurative della Berberis sono legate principalmente alle radici della pianta, usate nella medicina ayurvedica e popolare indiana (anche in una particolare preparazione chiamata Rasaut) per la cura di vari disturbi, come febbre, oftalmie e problemi digestivi.

Il Monascus purpureus è un fungo tradizionalmente impiegato in Cina da millenni per la produzione del vino di riso. Il Monascus causa fermentazione della cellulosa, del maltosio, fruttosio e glucosio ma non fermenta la canna da zucchero. Tradizionalmente il fungo veniva utilizzato per fermentare una cottura di riso, secondo una millenaria ricetta tradizionale per produrre il famoso vino rosso di riso. In realtà il processo di fermentazione è dovuto a due microrganismi, il fungo, Monascus purpureus, e una muffa, il primo in grado di degradare l’amido in semplici zuccheri, mentre la seconda rende possibile la conversione in alcool.. Il fungo di fatto veniva tradizionalmente coltivato sul riso ed era il rapido sviluppo del micelio con i suoi pigmenti rossi che finiva con il permeare completamente i grani di riso conferendo il tipico colore rosso. 

Pepe nero viene prodotto dal frutto acerbo della pianta di pepe. I frutti vengono sbollentati brevemente in acqua calda sia per lavarli che per prepararli all'essiccamento. La rottura della polpa, durante l'essiccamento, velocizza l'annerimento del grano di pepe. I grani vengono essiccati al sole, o con appositi essiccatoi, per diversi giorni durante i quali i frutti si disidratano e anneriscono. Una volta essiccati prendono il nome di pepe nero. Il pepe nero è spesso denominato secondo il luogo di produzione: India, Malabar, Malesia, Indonesia ed altri paesi.

La Canna da zucchero (Saccharum officinarum) è una pianta tropicale perenne, a portamento cespuglioso, che raggiunge in media i 4-5 metri d'altezza, anche se alcune specie superano i 6 metri. La pianta presenta un rizoma duro ed angoloso, dal quale spuntano numerosi steli legnosi intervallati da nodi. Più che di fusti, nella canna da zucchero si parla di culmi, tipicamente cavi, paragonabili a quelli del bambù: ogni pianta è costituita da un fusto principale ramificato in numerosi culmi aerei.
Il culmo presenta un diametro variabile dai 3 ai 5 centimetri, in grado di raggiungere – od oltrepassare – anche i 10 chili di peso. Il colore, variabile a seconda della specie e della varietà, può essere giallo, violaceo, verde o rossiccio. Gli steli sono rivestiti da foglie molto lunghe e verdi, lanceolate ed incastrate su nodi con una guaina che avvolge il culmo. I fiori, molto simili a quelli di avena e frumento, sono riuniti in infiorescenze chiamate pannocchie, che possono raggiungere anche dimensioni piuttosto consistenti (90 cm). Lo zucchero è ricavato da un fluido sciropposo presente all'interno del fusto.

Cosa sono i Policosanoli ?  Il Policosanolo è un estratto naturale che deriva dalle patate dolci, dalla canna da zucchero o dalla cera e questa sostanza viene spesso utilizzata come integratore per abbassare il livello del cosiddetto colesterolo “cattivo” nel sangue, trasportato cioè dalle lipoproteine LDL dal fegato ai tessuti dove viene utilizzato ed accumulato, per incrementare invece i livelli di quello “buono”, prelevato dalle lipoproteine HDL dai tessuti e riportato indietro al fegato, che ne rimuove così quantità eccessive. A cosa servono i policosanoli ? Il Policosanolo contribuisce anche a prevenire l'ispessimento delle pareti e dei tessuti dovuto ad un accumulo elevato di cellule adipose e previene i coaguli di sangue, riducendo l’aggregazione delle piastrine. Questo ingrediente impedisce coaguli di sangue e regola il livello di colesterolo presente nel sangue. Questo componente viene tollerato molto bene dal corpo umano, comuni effetti collaterali indesiderati riscontrati negli studi su animali possono essere mal di testa, problemi intestinali,insonnia, perdita di peso ed eruzioni cutanee.

Controindicazione e interazioni dei policosanoli con i farmaci:
Innanzitutto è importante affermare che prima di iniziare una cura a base di Policosanolo, è sempre necessario consultare il proprio medico di fiducia: certe persone infatti, come donne incinte, bambini emofiliaci, o persone allergiche alla cera, alle patate o allo zucchero di canna, dovrebbero astenersi dal prendere questo prodotto.

Il Meno Kol si trova in due formulazioni: la versione standard che è Meno Kol viene fornita in confezione  da 60 capsule e un'altra versione  che si chiama Meno Kol Forte in confezione da 40 capsule.

Si consiglia l’assunzione di una compressa al giorno, preferibilmente la sera.

Avvertenze: Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età. Non superare le dosi consigliate. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ma vanno utilizzati nell’ambito di uno stile di vita sano ed equilibrato. Conservare in luogo fresco fresco ed asciutto evitando l’esposizione a fonti di calore.