Dieta di mantenimento

Data di creazione: 2018-10-23 Visite: 478 Commenti: 0

La dieta di mantenimento è un regime alimentare sano ed equilibrato da seguire per far sì che il proprio peso rimanga inalterato. Solitamente, viene seguita da chi ha da poco ultimatouna dieta di tipo dimagrante o da chi, semplicemente, non vuole ingrassare.

Per adattarla alle proprie reali necessità, è molto importante conoscere quale sia il proprio fabbisogno calorico giornalieroche è individualee dipendente da sesso, età e stile di vita. In particolare alla fine di una dieta dimagrante, questo regime alimentare ha anche uno scopo educativo, proprio perabituare chi lo segue a mangiare sano, assumendo la consapevolezza di cosa mettere nel piatto e cosa no.

I principi della dieta di mantenimento sono, pertanto, quelli di un’alimentazione corretta e bilanciata e, secondo il modello della dieta mediterranea, prevedonol’assunzione di:
• 55% - 60% di carboidrati;
• 10% - 15% di proteine;
• 25% e 30% di grassi.

Se questa assunzione avviene in maniera equilibrata, allora di certo non comporterà alcun aumento di peso.
Le donne, però, dovrebbero tener presente che, in alcuni casi, potrebbero notare delle piccole variazioni di peso a causa della ritenzione idrica e della stitichezza, perciò non bisogna mai dimenticare di bere 2 litri d’acqua al giorno. Così corpo riuscirà ad eliminare a sufficienza tutti i liquidi, evitando di accumularli in determinati punti del corpo.

In linea generale, la dieta di mantenimento prevede 5 pasti al giorno:
• Colazione
• Spuntino di metà mattinata
• Pranzo
• Merenda
• Cena

Nessuno di questi ultimi deve essere saltato e, soprattutto, andrebbero tutti vissuti come momenti importanti della giornata; si consiglia, perciò,di ritagliarsi il tempo adeguatopermangiare piano e lentamente, assimilando tutto per bene, evitando così di incorrere in fastidi intestinali.

È importante sapere che tutti gli alimenti, seppur in una certa misura, apportano tutti i macronutrienti sufficienti, anche se ciascuno ne apporta quantità e percentuali differenti, così pasta, riso e pane hanno una quota maggiore di carboidrati, mentre carne, uova, pesce, formaggi hanno una prevalenza di proteine. Solo lo zucchero è un carboidrato puro mentre l’olio è il solo grasso puro.

La combinazione dei cibi è perciò importantissima e, per non commettere errori, si consiglia di rivolgersi ad un nutrizionista.
Avete domande sulla dieta di mantenimento? Contattateci! Lo staff della Farmacia Loreto risponderà ad ogni vostra curiosità!

Lascia un commento

Captcha