Problemi di circolazione alle gambe? Ecco come stare meglio

Data di creazione: 2019-04-29 Visite: 768 Commenti: 0

I problemi di circolazione alle gambe affliggono tantissime persone, soprattutto con l’arrivo del caldo, quando si è in sovrappeso, o quando si trascorrono molte ore in piedi o seduti.

 
Questo perché, mentre il sistema arterioso riceve dal cuore la spinta necessaria a portare il sangue in tutto il corpo, quello venoso (specialmente quello degli arti inferiori) è più difficile, in salita. 
Quando ci muoviamo, però, i muscoli si contraggono e si stendono, effettuando una funzione simile a quella di una pompa sui vasi sanguigni. Se, invece, rimaniamo seduti o in piedi per molto tempo ciò non avviene e il sangue tende a ristagnare, facendo aumentare la pressione sanguigna nelle vene, che si dilatano. 
 
I principali sintomi di problemi circolatori alle gambe sono:
sensazione di gambe pesanti,
piedi e caviglie gonfie,
formicolio alle gambe,
mani e piedi freddi,
comparsa di capillari visibili,
comparsa di macchie scure sulla pelle, simili a lividi, dovute alla rottura dei piccoli vasi sanguigni.
 
Se anche tu soffri di problemi di circolazione alle gambe, la migliore medicina è praticare una regolare attività fisica, come il nuoto, la bicicletta o anche una camminata per almeno mezz’ora al giorno, insieme a 10-15 minuti di esercizi di stretching.
Un’altra buona abitudine per favorire la circolazione è bere tanto acqua, tè e tisane, in particolare quelle a base di Ginkgo Biloba, che ha proprio la capacità di migliorare la circolazione sanguigna.
Vi sono anche diversi integratori alimentari che aiutano a rendere più resistenti le pareti delle vene ed aiutano ad avere una buona circolazione e sono soprattutto quelli a base di centella, escina, rusco e ippocastano.
Per stimolare il flusso sanguigno si possono eseguire dei massaggi e, di notte, è consigliabile dormire con le gambe sollevate, magari mettendo dei cuscini sotto al materasso.
 
Per stimolare la circolazione vi sono apposite calze o collant a compressione graduata, che esercitano, appunto, una pressione differente sulle varie parti della gamba, più forte all’altezza della caviglia e poi, via via più lieve, fino alle cosce. Le calze a compressione graduata danno una sorta di “spinta” alla pressione sanguigna e possono di tipo preventivo o terapeutico, in questo secondo caso, però, devono essere prescritte da un medico.
 
Per saperne di più su questo argomento… Contattaci! Lo staff della Farmacia Loreto Gallo sarà ben felice di fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno!

Lascia un commento

Captcha