L’alimentazione giusta per combattere l’influenza

Data di creazione: 2015-01-12 Visite: 402 Commenti: 0

I mesi più freddi dell'anno portano con loro sgraditi mali di stagione ed è proprio in questo periodo che l'alimentazione si rivela l’alleato fondamentale della salute perché aiuta a prevenire i problemi di salute rinforzando le difese immunitarie. 

Il primo consiglio degli esperti è di riposare a letto, seguendo la terapia consigliata dal medico di famiglia e ricordandosi di bere molta acqua a temperatura ambiente. A questi accorgimenti, deve essere aggiunta un'alimentazione leggera e allo stesso tempo nutriente. Le scelte dovrebbero ricadere sugli alimenti ricchi di vitamina C come agrumi e kiwi e su carni bianche e pesce come fonte di proteine.

Durante la convalescenza la tipica minestrina può essere sostituita dalla pastasciutta, le porzioni possono essere aumentate e si possono inserire gradualmente i formaggi e gli altri alimenti, incluso il vino, ai pasti perché i carboidrati complessi della pasta costituiscono la principale fonte di energia per il cervello, per i muscoli, per i globuli rossi e per l’organismo ed è dunque il carburante indispensabile per svolgere le attività quotidiane. 

E’ preferibile condire la pasta con olio extravergine di oliva e pomodoro pelato fresco, ottime fonti di vitamine (A, C, E) e di antiossidanti presente in quantità maggiore nel pomodoro cotto. Con l’aggiunta nel condimento di proteine di origine animale (per tonno o carne trita o pesce sminuzzato) si rende il pasto equilibrato da un punto di vista nutrizionale e si permette di recuperare le masse muscolari perse con la scarsa attività fisica svolta.

Con verdure di stagione come broccoli, carote e zucca ma anche agrumi e cereali integrali, potete realizzare numerosi piatti che, oltre ad essere buoni e colorati, vi offrono una dieta ricca di vitamine, utile per difendersi dagli agenti patogeni.

Un altro ingrediente fondamentale per la prevenzione del virus influenzale e soprattutto per la tutela delle vie respiratorie è l’aglio, un eccellente battericida e virucida; lo si può aggiungere a crudo nei vostri piatti per farli insaporire e poi toglierlo, oppure lo si può spremere, evitando così la pesantezza dell’alito.

Anche la cipolla ha virtù antisettiche e antibiotiche: è bene mangiarla cruda ad insalata per combattere faringite, laringite e sinusite.

Infine, il tè verde è un vero l’elisir di lunga vita ed una tazza al giorno, dopo i pasti, oltre ad essere antiossidante è anche un ottimo antivirale in grado di sconfiggere l’influenza.

 

Lascia un commento

Captcha