Carenza di vitamine

Che cosa s’intende per carenza di vitamine? 

Quando si avvertono stanchezza e difficoltà di concentrazione e si è particolarmente soggetti a infezioni per via di un’inefficiente risposta del sistema immunitario, probabilmente siamo in presenza di una carenza di vitamine e minerali.

Le cause principali di una carenza di vitamine possono ricercarsi in una mancata assunzione di determinati nutrienti attraverso l’alimentazione che, come è noto, deve essere varia, povera di grassi e ricca di frutta e verdura. Infatti, alcune vitamine non sono sintetizzate dal corpo ma devono essere integrate tramite il cibo. 

Talvolta è il nostro organismo a non riuscire a sintetizzare tutte le sostanze necessarie per il proprio sostentamento: in questi casi, è utile ricorrere a un integratore. In particolare, la Vitamina D è prodotta dall’organismo in risposta all’esposizione ai raggi del sole: una carenza di questa sostanza può compromettere la mineralizzazione ossea.

Le Vitamine B2, B6, B12, PP, K ed H sono in parte sintetizzate dalla flora batterica intestinale; tuttavia in alcune condizioni particolari, come in gravidanza o nel primo anno di vita, vanno assunte attraverso formulazioni specifiche.

Nello specifico, possiamo distinguere le vitamine idrosolubili come quelle del gruppo B e del gruppo C, una parte delle quali, se in eccesso, viene smaltita attraverso urina e sudore.

Le vitamine liposolubili sono A, E, D e K. Queste ultime sono si sciolgono ma si accumulano nel tessuto adiposo. Se in eccesso, queste vitamine possono causare problemi di ipervitaminizzazione. 

 

Quali sono i sintomi della carenza di vitamine?

I sintomi della carenza di vitamine sono di diversa tipologia e possono pesare su alcune funzioni, oppure produrre una sensazione di malessere generale.

Generalmente, quando si soffre per un deficit vitaminico si può accusare un senso di stanchezza e di scarsa energia, per cui si ha difficoltà a portare a termine i compiti e le attività quotidiane.

Non si parla tuttavia solo di stanchezza fisica, ma anche di stanchezza mentale e incapacità nel mantenere la concentrazione. Questa, per esempio, è una condizione che può essere comune a chi conduce una vita particolarmente stressante.

La carenza di vitamine si ripercuote negativamente sul funzionamento dell’apparato digerente e sull’efficienza del sistema immunitario. Chi soffre per un deficit vitaminico, infatti, può accusare anche una certa vulnerabilità alle infezioni e accusare disturbi digestivi.

 

Quali sono i rimedi per la carenza di vitamine? 

Gli integratori di vitamine presenti in commercio sono diversi, quindi è necessario scegliere quello più adatto alla propria condizione. Vediamo quali sono i vari tipi di prodotto e la loro utilità.

La gamma Multicentrum offre una serie di prodotti adatti dal bambino all’adulto, con formulazioni indicate per le diverse fasi di crescita. In più, si distinguono preparati specifici per uomo, donna, per il pre-concepimento, la gravidanza e il post gravidanza. Infine, Multicentrum presenta un preparato specifico per la salute del cuore e un altro arricchito di Omega 3, che con la sua formulazione favorisce l’attività cerebrale.

La gamma Supradyn, invece, presenta prodotti indicati per adulti e soggetti over 50. Il prodotto è disponibile sia in caramelle gommose che in compresse (anche effervescenti). Fanno parte della gamma Supradyn anche le bustine effervescenti arricchite con Magnesio e Potassio. La loro formulazione è studiata per supportare l’organismo quando c’è bisogno di una maggior energia, oppure se c’è la necessità di mantenere la concentrazione.

Anche la gamma Swisse presenta dei prodotti specifici per uomo e donna e per le diverse fasi di crescita, assicurando un apporto di nutrienti bilanciato.

Se si sta cercando un rimedio per la carenza di vitamine del gruppo B, la gamma Be-Total è la soluzione ideale. Disponibile in sciroppo e compresse, è un integratore che ha una formulazione per bambini e adulti. Il prodotto favorisce il metabolismo energetico offrendo al corpo il giusto sostegno.

Per chi invece ha bisogno di integrare Vitamina C, si consiglia l’assunzione di Cebion, Solgar Rose Vita C, Swisse Vitamina C e altre formulazioni. I prodotti variano per il formato: tavolette, compresse e compresse effervescenti.

Per scegliere il prodotto adatto è sempre meglio chiedere il parere del medico, così da avere un indirizzo preciso su come risolvere il problema.

 

Quali sono le buone abitudini che si devono seguire per evitare una carenza di vitamine? 

La prima cosa da curare, per evitare una carenza di vitamine, è la dieta. Scegliere un’alimentazione quanto più varia possibile che sia ricca di frutta e verdura. Preferire le carni bianche e consumare con moderazione latte e uova. Inoltre, scegliere come condimento l’olio extravergine d’oliva.

Consumare le verdure preferibilmente crude, per evitare che le vitamine si disperdano in cottura, o comunque non seguire una cottura troppo lunga. Le verdure devono essere conservate in un luogo chiuso e asciutto e lontano dalla luce diretta, per evitare di disperdere la Vitamina A in esse contenuta.

L’alcool contrasta l’assorbimento delle vitamine B, per cui è necessario limitarne l’uso. La Vitamina D, come abbiamo specificato in precedenza, viene prodotta in risposta all’esposizione ai raggi solari: per questo motivo è bene regalarsi delle belle passeggiate al sole e all’aria aperta.

 

 


Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.