Coliche gassose nel neonato

Che cosa sono le coliche del neonato? 

Questo problema riguarda circa il 10% dei neonati. Le coliche si presentano tra le 4 e le 5 settimane di vita e regrediscono spontaneamente verso i tre mesi. Le cause non sono ancora ben note, ma esistono accorgimenti che possono calmare il piccolo. 

La diagnosi di questo disturbo deve essere effettuata dal pediatra. Il bambino, infatti, potrebbe presentare altri fastidi, come il reflusso gastroesofageo oppure un accumulo fecale, o anche disturbi di più lieve entità. Tuttavia, se un bambino piange per almeno 3 ore al giorno per più di 3 giorni alla settimana e per più di 3 settimane di seguito, allora possiamo parlare di coliche. Queste ultime si manifestano principalmente nelle ore serali e sono più frequenti nei bambini allattati artificialmente. Nei bambini allattati al seno, invece, possono svilupparsi in qualsiasi momento della giornata. Tra i sintomi più ricorrenti troviamo il pianto inconsolabile, che spesso spaventa e preoccupa i genitori. Inoltre, il bambino potrà avere la tendenza a tirare le gambine verso l’addome.

 

Quali sono i rimedi per le coliche gassose?

Per combattere le coliche gassose nel neonato, la prima regola è quella di mantenere la calma. Uno stato di agitazione da parte dei genitori, infatti, può creare un’ulteriore fonte di stress al bambino.

E’ utile massaggiare la pancia del piccolo per aiutare la fuoriuscita dell’aria. Se le coliche dovessero dipendere da un’allergia al lattosio o alle proteine del latte, il pediatra potrà consigliare un latte formulato adeguato alle esigenze nutrizionale del bambino.

Sempre nel caso di bambini alimentati con il biberon, si possono provare tipologie di latte più digeribili, che contengano meno lattosio e più probiotici come GOS e FOS.

Si possono somministrare, sempre dietro consiglio del pediatra, tisane a base di camomilla, finocchio, menta e verbena. Questi prodotti devono avere dosaggi adeguati ai bambini.

I farmaci anti-colica sono diversi; vediamo quali sono i principali:

Simeticone: è un farmaco da banco innocuo, spesso prescritto per le coliche. Il farmaco ha un’azione anti meteorica che rompe le bolle d’aria e le rende più piccole. 

Gli antispastici sono utilizzati spesso per ridurre i fastidi causati dalle coliche. Il più utilizzato è il cimetropio-bromuro. Questo farmaco deve essere usato con cautela perché presenta alcuni effetti collaterali come stipsi o sonnolenza.

I Probiotici come il Lactobacillus Reuterii possono sollevare dai disturbi delle coliche in quanto riequilibrano la flora intestinale. Alcuni studi, infatti, dimostrano che i bambini che soffrono di coliche presentano un dismicrobismo, quindi un’alterazione della flora batterica; i probiotici, quindi, possono favorire il transito intestinale.

 

 

Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.