Eritema da pannolino

Che cos’è la dermatite o eritema da pannolino? 

Come suggerisce il nome stesso, l’eritema (o dermatite da pannolino) è un’irritazione della pelle che si manifesta tra la zona genitale-anale e quella circostante. 

Sono diverse le cause che possono generare questa condizione, per cui bisogna adottare le giuste misure per proteggere la pelle delicata del bambino. Vediamo quali sono le principali ragioni che possono favorire l’insorgere di questa fastidiosa irritazione:

Sfregamento → nei mesi in cui il bambino si siede e comincia a muoversi, la pelle tende a sfregare il pannolino causando degli arrossamenti localizzati.

Ambiente umido→ il pannolino crea un ambiente umido, a prescindere da qualsiasi grado di assorbenza dello stesso. L’umidità può portare a macerazione la pelle.

Irritazione al contatto con l’urina e le feci → le feci, in particolar modo, possono contenere bava, muchi e altre sostanze urticanti, e presentarsi in forma acida e irritante. Nei bambini spesso affetti da diarrea le irritazioni da pannolino possono verificarsi più facilmente.

Allergia da contatto → il bambino potrebbe presentare allergia ai materiali del pannolino, oppure a lozioni e creme utilizzate per il cambio. Nel caso di pannolini lavabili, il bambino potrebbe manifestare allergia ai detersivi impiegati per la pulizia dei pannolini. In tal caso, il pediatra può richiedere un accertamento attraverso le prove allergiche.

Variazioni dell’alimentazione → alcune volte l’introduzione di nuovi cibi può causare un cambio di consistenza e qualità della composizione delle feci, che risultano quindi irritanti.

 

Dermatite da pannolino e infezioni fungine: qual è la relazione?

La dermatite da pannolino può essere causata dalla presenza di un fungo, quindi da una micosi, che si sviluppa proprio grazie al pannolino stesso. 

L’ambiente umido del pannolino può favorire la proliferazione di batteri, funghi e lieviti. In particolare, la dermatite da pannolino potrebbe essere un’infezione da Candida, la quale generalmente interessa la regione perianale e inguinale, con la comparsa di pustole intorno alla regione dell’eritema.

In tal senso, è opportuno cambiare spesso il bambino, per fare in modo che l’ambiente del pannolino risulti il più asciutto possibile: così si evita l’insorgere di una micosi genitale, che richiede un certo tempo e determinati accorgimenti per la completa guarigione del piccolo paziente.

 

Quali sono i rimedi per la dermatite da pannolino? 

L’irritazione da pannolino può essere curata attraverso il rispetto di alcune basilari norme igieniche e con l’aiuto di alcuni prodotti cosmetici o, in caso di bisogno, con alcuni farmaci specifici.

In particolare, a ogni cambio del pannolino è consigliabile lavare il bambino con acqua. Non è necessario utilizzare il sapone per ogni lavaggio, che potrebbe dare vita a ulteriori fenomeni di sensibilizzazione. La pelle va tamponata e non sfregata, per evitare di peggiorare lo stato di arrossamento.

L’eritema da pannolino, nel caso in cui si presenti come un’irritazione, può essere trattato con creme a base di Ossido di Zinco, come per esempio il Vea Zinco a base di Vitamina E e Zinco, oppure la pasta Fissan, quest’ultima presente in commercio anche con una formulazione arricchita da Calendula, Olio di Mandorle, Camomilla e Aloe Vera.

Possono essere utilizzate anche creme a base di Pantenolo, come il Bepanthenol, che svolgono un’azione lenitiva.

Cambiare marca di pannolino scegliendo un modello maggiormente traspirante potrebbe aiutare il bambino ad avere meno fastidi. Se si usano i pannolini lavabili, cambiare il sapone di lavaggio e non utilizzare ammorbidenti o detersivi eccessivamente profumati.

Se è possibile lasciare il bambino senza pannolino, così da permettere alla pelle un minor stress. Ovviamente, in tal caso, bisognerebbe prevenire i relativi “incidenti”.

Nel caso in cui le infezioni siano di origine micotica, dovrà essere trattata con delle creme indicate per combattere la proliferazione del micete che l’ha causata.

Nel caso in cui, invece, il pediatra prescriva un antibiotico, quest’ultimo potrebbe essere associato a dei probiotici per evitare il rischio di diarrea.

 

Come prevenire l’eritema da pannolino?

Le irritazioni da pannolino possono essere prevenute seguendo anzitutto delle scrupolose norme igieniche.

Per prima cosa, bisogna cambiare il pannolino il più spesso possibile, sia nel caso dei pannolini lavabili che in quello dei pannolini usa e getta, per lasciare la pelle asciutta. Scegliere pannolini adatti all’età e non chiuderli in modo troppo stretto.

Utilizzare creme e prodotti per l’igiene adatti al bambino, che siano cioè senza alcool e profumi, che potrebbero essere aggressivi per la pelle delicata del piccolo.

 

Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.