Lividi e contusioni

Che cosa s’intende per lividi e contusioni? 

I lividi e le contusioni sono la risposta del corpo a un trauma o a un urto. Nel caso in cui l’urto abbia causato un danno più severo, allora si parla di ematoma.

I lividi sono l’effetto dello schiacciamento delle fibre muscolari e del tessuto connettivo sottopelle, che vengono pressati senza che la pelle presenti segni di lacerazione. Il sangue proveniente dai capillari si riversa sottopelle; non potendo uscire, rimane intrappolato causando una macchia rossastra o violacea. Quest’ultima può essere dolorante al tatto.

Annoveriamo diversi tipi di contusione, a seconda della localizzazione. Distinguiamo quindi tra lividi sottocutanei, intramuscolari e ossei. Gli ultimi rappresentano la contusione più grave e dolorosa. Il tempo di guarigione dei lividi può essere variabile in base alla localizzazione e alla gravità.

La formazione dei lividi può dipendere da alcuni fattori tra i quali lo spessore della pelle, la presenza di alcune patologie o l’assunzione di farmaci che fluidificano il sangue. I lividi sono più visibili nelle persone con pelle chiara. Le ecchimosi possono comparire anche in un luogo differente da dove è avvenuto l’impatto in quanto il sangue, essendo liquido, tende a spostarsi fra i tessuti.

 

Quali sono i sintomi di lividi e contusioni?

La sintomatologia si presenta sotto forma di dolore, gonfiore e comparsa della colorazione sulla pelle. I lividi cambiano di colore nel corso del tempo perché l’organismo tende a riassorbire il sangue.

Il livido scompare nel giro di due settimane. Nel caso in cui si avvertano perdita di sensibilità o formicolio, è importante rivolgersi al medico o al pronto soccorso per escludere gravi complicanze. I lividi di piccola estensione si possono curare con facilità. Chiedendo consiglio al medico, si potrà istituire una terapia che aiuti a riassorbire il livido e ne contrasti il dolore.

 

Quali sono i rimedi per lividi e contusioni? 

Una volta avvenuto il trauma o l’urto è consigliabile procedere con un impacco di ghiaccio, che ha la funzione di rallentare il flusso del sangue ed evitare il gonfiore. Il ghiaccio non deve entrare a diretto contatto con la pelle per evitare un’ustione da freddo.

Si possono utilizzare diverse preparazioni in creme, unguenti e gel, che vanno applicate direttamente sul livido. Tra queste possiamo ricordare i prodotti della gamma Lioton, in particolare Lioton Trauma, a base di escina e di dietilamina salicilato.

Il Momendol gel, invece, è a base di naprossene e vanta proprietà analgesiche e antinfiammatorie.

L’oxerutina e il sodio calcio metilgalattopolisolfato sono i principi attivi di Voltatrauma, che agisce per lenire il dolore della contusione e favorire il riassorbimento del livido.

Ci sono anche creme con ingredienti naturali che possono essere utilizzate per lenire i fastidi derivanti dai lividi. Tra le essenze vegetali ricordiamo l’arnica, la calendula e l’iperico. Anche gli impacchi di argilla svolgono una buona azione antinfiammatoria.

 

Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.