Mal di schiena

Che cos’è il mal di schiena?

Il mal di schiena è una patologia che al giorno d’oggi riguarda molte persone. A seconda della localizzazione del dolore, possiamo distinguere diverse tipologie di mal di schiena. 

La lombalgia è una patologia che interessa la zona lombare con tensioni e dolori dei muscoli. La causa scaturisce da lesioni muscolari, spesso provocate dal sollevamento di un oggetto troppo pesante. Tra le forme più comuni di mal di schiena lombare troviamo il cosiddetto “colpo della strega”.

Il mal di schiena superiore, invece, è un dolore che interessa la parte alta della schiena. In questo caso, la rigidità riguarda le spalle e può interessare anche il collo, provocando il torcicollo o la cervicale.

Il mal di schiena dorsale, infine, è la forma di dolore meno conosciuta e diffusa. Interessa la parte posteriore a livello del dorso. Il dolore, in particolare, interessa la zona vicina ai reni. Nei casi più gravi, il dolore arriva fino allo sterno e può avere anche delle conseguenze gravi sulla respirazione.

Il mal di schiena molto spesso causa un dolore che rende difficili da affrontare anche le più normali attività. Per questo motivo è necessario fare una diagnosi accurata ed istituire una terapia idonea al tipo di mal di schiena di cui si soffre, per evitare che questo diventi cronico.

In generale, il mal di schiena può derivare da una lesione dei muscoli della schiena, oppure da un affaticamento muscolare. Altre volte può dipendere da infortuni di varia natura, oppure derivanti dalla degenerazione o da fratture delle vertebre della spina dorsale.

Sono nemici della schiena anche una cattiva postura, il sollevamento sbagliato di pesi e il sovrappeso.

Il mal di schiena in gravidanza si verifica principalmente nell’ultimo trimestre di gestazione a causa dell’aumento del peso del bambino. In tal caso è opportuno, per alleviare la sofferenza, praticare uno sport leggero o fare attività fisica dolce.

 

Quali sono i sintomi del mal di schiena?

Chi soffre di mal di schiena può lamentare dolore acuto o cronico nella parte posteriore, per l’appunto, della schiena. Talvolta il dolore causa una limitazione nei movimenti articolari e muscolari, e può essere accompagnato da gonfiore nella zona interessata.

 

Quali sono i rimedi per il mal di schiena? 

Per il mal di schiena esistono diversi rimedi, mirati per ciascuna tipologia di malessere. 

Nei casi meno gravi è possibile alleviare il dolore utilizzando creme a base di piante ed erbe che si caratterizzano per le proprietà lenitive e antinfiammatorie. In commercio si possono trovare anche cerotti e fasce riscaldanti, che possono essere utili per alleviare la tensione nelle varie zone della schiena colpite dal dolore. 

Se invece il dolore è molto acuto e duraturo, si possono utilizzare dei FANS o farmaci antidolorifici che sono utili per calmare il mal di schiena. I FANS, tuttavia, devono essere utilizzati con cautela e sempre in base alle indicazioni del medico.

 

Come prevenire il mal di schiena?

Il mal di schiena si può prevenire attraverso il mantenimento di una corretta postura e svolgendo una corretta attività fisica, che consente di rafforzare i muscoli delle fasce lombari e dorsali e dell’addome, per fornire un giusto sostegno al corpo. 

Si consiglia infine di evitare di ritrovarsi in sovrappeso, in quanto i chili in eccesso gravano sulla struttura del corpo e sulla colonna vertebrale.

 

 

Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.