Micosi della pelle

Che cosa sono le micosi della pelle?

Meglio note come funghi della pelle, le micosi cutanee vedono il proliferare di microrganismi che generalmente convivono all’interno del corpo umano senza procurare danni.

In alcune circostanze, tuttavia, i miceti si trasformano in agenti patogeni invasivi che assumono un comportamento opportunistico, come dei parassiti. I funghi, possiamo dire, sono in grado di approfittare degli stati di debolezza immunitaria dell’organismo e di far proliferare le proprie colonie sulla cute, così da provocare anche delle malattie.

 

Quali sono le circostanze che favoriscono la proliferazione dei miceti? 

La comparsa dei funghi, generalmente, si rende evidente nella stagione estiva, quando il contagio è più semplice per via del caldo, dell’umidità e della frequentazione di luoghi affollati come piscine, spiagge e così via.

Anche lo scambio di biancheria, asciugamani e accappatoi può essere un mezzo di trasmissione del fungo. Inoltre, nei soggetti predisposti allo sviluppo di un’infezione fungina, indossare abbigliamento sintetico e poco traspirante può favorire l’insorgere di funghi sulla schiena e sull’addome.

 

Come si presentano le micosi della pelle? 

I funghi possono presentarsi sulla superficie delle pelle, quindi sull’epidermide, ma anche colonizzare zone come le mucose, le unghie e capelli. In altri casi, i miceti insorgono al livello del derma e alle strutture ad esso connesse.

Tra le infezioni più comuni possiamo annoverare:

Dermatofitosi→ infezioni fungine che interessano le aree cheratinizzate, che di rado provocano fastidio o prurito.

Candidosi→ questa micosi colpisce le zone dove avviene la sudorazione: ascelle, inguine e zone interdigitali. Possono essere infettati dalla Candida anche il cavo orale, i genitali e l’esofago.

Pitiriasi versicolor→ questa infezione micotica cutanea si manifesta con l’insorgere di macchie irregolari e desquamate che si formano su collo, tronco, addome, braccia e viso.

 

Sintomi delle micosi cutanee: come riconoscerle? 

Le micosi cutanee provocano macchie bianche o di colore rossastro. Possono essere del tutto asintomatiche o lievemente pruriginose. Alcune macchie si caratterizzano perché hanno un bordo desquamante e lievemente sollevato. L’infiammazione risulta scarsa o assente nella maggior parte dei casi. 

Nelle situazioni più gravi, la micosi può manifestarsi con la comparsa di vesciche e bolle e, nel caso riguardi il cuoio capelluto, come un’ampia lesione molle che determina l’area di alopecia.

Talvolta, alla comparsa di miceti possono accompagnarsi anche tali sintomi:

-    bruciore
-    vescicole
-    ispessimento delle unghie (se è l’area di localizzazione)
-    desquamazione del cuoio capelluto (in caso di localizzazione dell’infezione)

 

Quali sono i rimedi per le micosi della pelle?

Il trattamento delle micosi cutanee viene realizzato in base al tipo di fungo responsabile.

In commercio sono disponibili antimicotici per via locale, come creme, mousse, lozioni, polveri, smalto, detergenti e shampoo.

Gli antifungini orali sono usati invece nelle micosi cutanee che stentano a guarire e nei pazienti resistenti, che non riescono a portare avanti con costanza cure prolungate. Le dosi del farmaco e la durata del trattamento devono essere indicate dal medico in base alla sede dell’infezione, alla gravità e all’estensione del fungo.

In alcuni casi le infezioni causate dai funghi della pelle possono provocare prurito e dolore. In tal caso sarà possibile effettuare la somministrazione di farmaci corticosteroidi topici, che aiutano ad alleviare la sintomatologia.

 

Come prevenire le micosi cutanee? 

Per prevenire una possibile infezione da funghi della pelle bisogna fare attenzione a effettuare una corretta igiene personale. Lavarsi con saponi poco aggressivi che non alterano le difese della pelle. Asciugarsi bene dopo aver fatto la doccia, senza tralasciare alcuna parte del corpo. Utilizzare biancheria da personale per non rischiare di essere contagiati.

Indossare ciabatte nelle docce comuni o per camminare nelle zoni circostanti le piscine, perché l’umidità presente in questi luoghi favorisce la proliferazione e il contagio. Evitare l’uso di abiti aderenti e realizzati con fibre artificiali, che modificano il pH della pelle e favoriscono il ristagno del sudore.

Non abusare di antibiotici e farmaci corticosteroidi, perché un uso improprio porterebbe a un indebolimento del sistema immunitario e favorirebbe l'attacco di microrganismi come i funghi della pelle.

 

 


Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.