Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care

Mughetto

Cos'è il mughetto

Il mughetto è un'infezione che colpisce le mucose del cavo orale, dovuta alla proliferazione incontrollata del fungo Candida Albicans. Colpisce prevalentemente i neonati con eruzioni biancastre su lingua, gengive, interno delle guance e palato, a prima vista scambiabili con residui di latte cagliato.

Questa micosi può manifestarsi anche negli anziani e negli adulti, quasi sempre in presenza di un sistema immunitario molto debole o in concomitanza con l'assunzione di alcuni medicinali.

 

Da cosa è causato il mughetto?

I bambini contraggono questa infezione fungina in quanto trasmessa dalla mamma al momento del parto. Il fungo della Candida, infatti, è naturalmente presente nella flora microbica vaginale e intestinale, in equilibrio con altri organismi.

Ma il sistema immunitario dei neonati non è ancora abbastanza forte per contrastarla, pertanto la maggior parte di loro sviluppano la micosi all'interno della bocca. I piccoli al primo mese di vita sono più a rischio di recidive, così come quelli nati prematuri.

Il mughetto può manifestarsi anche in soggetti adulti immuno-compromessi o sottoposti a trattamenti farmacologici ospedalieri e non.

In questi casi, il disturbo compare per lo più in forma cronica, in concomitanza di:

  • radioterapia
  • chemioterapia
  • assunzione di cortisonici per inalazione
  • diabete
  • impiego continuativo di antibiotici
  • infezione da HIV in fase terminale (AIDS conclamato).

Anche il fumo, una cattiva igiene orale e l'utilizzo di una dentiera rappresentano dei fattori di rischio, poiché alterano l'equilibrio della flora batterica e fungina delle mucose.

 

Sintomi del mughetto

Oltre alla caratteristica patina sulla lingua, alle chiazze bianche e alle placche nella gola, esistono altri segnali inequivocabili di candidosi orale.

Ricordiamo, in particolare:

  • rossore intenso intorno alle eruzioni
  • ipersensibilità al calore
  • percezione alterata dei sapori
  • dolore
  • tendenza al sanguinamento
  • deglutizione difficile o impossibile
  • ferite piccole e profonde agli angoli della bocca
  • sapore sgradevole di lievito.

Durante l'infezione, i bambini potrebbero non avere più voglia di mangiare.

 

Trattamento del mughetto

Anche se nel neonato la micosi tende a risolversi con applicazioni di miconazolo in gel, l'uso di probiotici può accelerare la guarigione e ridurre il rischio di recidive.

Gli adulti rispondono bene a terapie a base di nistatina, con affiancamento di sciroppi e compresse in caso di recidive.

Insieme all'uso di farmaci ad hoc per l'infezione, è fondamentale disinfettare accuratamente tettarelle, ciucci e quanto andrà in contatto con le mucose orali.

Per i soggetti in età adulta saranno utili anche:

  • risciacqui con acqua e bicarbonato
  • accurata igiene orale
  • riduzione degli alimenti zuccherati nella dieta
  • controllo della glicemia
  • stop al fumo.

Trascurare il mughetto può portare a serie conseguenze, nei bambini come negli adulti. Può diffondersi nel torrente ematico e in altri distretti corporei. Pertanto è opportuno intervenire tempestivamente, per non incorrere in gravi danni alle articolazioni, al cuore, agli occhi e al sistema nervoso.

 

Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.