Pelle grassa

Cos’è la pelle grassa?

La pelle grassa è un inestetismo abbastanza diffuso in tutta la popolazione, piuttosto frequente tra i più giovani e potrebbe protrarsi anche in età adulta. La pelle grassa deriva da una smisurata produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee.

La pelle grassa si presenta lucida, particolarmente oleosa e untuosa, con caratteristiche tipiche di una pelle disidratata, un colorito spento ed una consistenza ruvida al tatto. Chi soffre di questo disturbo riscontra dei problemi nel processo di traspirazione della cute a causa del film idrolipidico che risulta spesso e particolarmente ceroso. Un’altra caratteristica tipica di questo tipo di pelle è la presenza di pori dilatati e cicatrici acneiche. Infine, chi presenta una pelle grassa, tipicamente è più soggetto allo sviluppo di acne, dermatite seborroica e forfora.  

Esistono diversi tipi di pelle grassa, ognuna con caratteristiche precise:

  • Pelle grassa oleosa: in questo caso il sebo si presenta fluido e la sua produzione non risulta eccessivamente straordinaria. La pelle è lucida ed è caratterizzata dalla presenza di pori dilatati
  • Pelle grassa seborroica: in questo caso la produzione di sebo è eccessiva tanto da rischiare di degradare fino a una condizione patologica. La pelle assume il tono caratteristico “a buccia d’arancia” poiché il sebo in eccesso attiva un processo di dilatazione delle pareti dei follicoli
  • Pelle grassa asfittica: in questo caso il sebo risulta talmente denso che viene intrappolato nei follicoli, ostruendoli. La totale occlusione dei follicoli genera quello che viene definito comedone che se si presenta chiuso viene nominato punto bianco, se si presenta aperto viene definito punto nero. Nel caso della pelle grassa asfittica il sebo non riesce a fuoriuscire all’esterno, per questa ragione la pelle si presenta secca, spessa e ruvida
  • Pelle impura a tendenza acneica: la caratteristica principale di questo tipo di pelle grassa è l’insorgenza di pustole e papule causata dalle reazioni infiammatorie dei follicoli nei confronti dei batteri
  • Pelle mista: in questo caso la produzione di sebo varia a seconda delle aree. Sono infatti presenti regioni grasse, untuose ed acneiche, tipicamente localizzate nella “zona T” (fronte, naso e mento). Contemporaneamente però sono presenti anche delle zone ruvide e secche localizzate in genere nelle guance e negli zigomi.

Quali sono le cause della pelle grassa?

La pelle grassa deriva da un problema che riguarda le funzionalità delle ghiandole sebacee, le quali eccedono con la produzione di sebo. In condizioni normali il sebo prodotto si associa ai lipidi dell’epidermide e si miscela con la parte liquida del sudore. Il sebo, i lipidi epidermici e la parte liquida del sudore formano il film idrolipidico che è una specie di pellicola che difende la pelle dall’attacco di batteri, raggi solari e altre impurità e le conferisce proprietà elastiche e idratanti. Quando le funzionalità delle ghiandole sebacee sono compromesse si potrebbe assistere ad una produzione eccessiva di sebo che altera la formazione fisiologica del film idrolipidico, rendendolo più spesso e generando la pelle grassa.

Esistono diversi fattori in grado di provocare la pelle grassa, che si possono suddividere in cause di natura interna ed esterna. Tra le cause di natura interna troviamo ad esempio la predisposizione genetica oppure i cambiamenti ormonali. In particolare la produzione di sebo è particolarmente influenzata dagli ormoni sessuali, infatti le donne potrebbero presentare le caratteristiche tipiche della pelle grassa durante il ciclo mestruale. Tra le cause di origine esterna si collocano l’utilizzo di alcuni farmaci in grado di stimolare la produzione di sebo come la pillola contraccettiva, il consumo di steroidi anabolizzanti e cortisonici, la sofferenza della sindrome dell’ovaio policistico, un’alimentazione scorretta e ricca di cibi spazzatura, l’utilizzo di cosmetici aggressivi.

Quali sono i rimedi per la pelle grassa?

Per la cura delle pelle grassa si possono contare numerosi rimedi e buone abitudini che insieme migliorano lo stato della pelle grassa. Tra questi troviamo:

  • Detersione della pelle: la pelle grassa ha bisogno di essere continuamente pulita e idratata, ma per farlo è essenziale utilizzare detergenti delicati
  • Combattere i batteri: quando la pelle grassa presenta delle note acneiche si dovranno utilizzare specifici detergenti con proprietà battericide come l’acido zelaico o il benzoil perossido
  • Pulizia del viso: soprattutto nei casi di pelle grassa asfittica è particolarmente consigliato almeno una volta alla settimana procedere con la dilatazione dei pori attraverso l’azione del vapore o l’acqua calda e applicando un prodotto esfoliante. Per richiudere i pori sarà necessario applicare un tonico delicato, altrimenti si potrà utilizzare l’acqua fredda. Per le 12 ore successive alla pulizia del viso, evitare l’esposizione al sole
  • Esfoliare la pelle: levigare la pelle grassa permette di ripristinare la lucentezza della pelle, poiché si stimola il rinnovamento cellulare, la sintesi di collagene e l’elastina
  • Rimedi naturali: utilizzare lozioni a base di oli essenziali migliorano l’aspetto della pelle grassa grazie alle proprietà disinfettanti e astringenti. Alcuni esempi sono le essenze di lavanda, eucalipto, the verde, menta.
  • Utilizzare cosmetici delicati
  • Proteggere la pelle dal sole
  • Seguire un’alimentazione sana

Per migliorare le condizioni di una pelle grassa occorre prendersene cura costantemente ma non bisogna eccedere con i trattamenti perché potrebbe peggiorare la situazione. Prima di tutto è necessario utilizzare dei prodotti delicati, non aggressivi, ideali per la pelle grassa con un pH pari a 4.5 – 5.5. Inoltre bisogna evitare lavaggi e pulizie del viso troppo frequenti. Infine si consiglia di evitare il fumo passivo e le sigarette perché potrebbe peggiorare lo stato della pelle.

Nei casi più gravi si consiglia di consultare il dermatologo che saprà consigliare i prodotti specifici per risolvere o alleviare l’inestetismo.

Quale alimentazione seguire per la pelle grassa?

Alla base dell’inestetismo della pelle grassa c’è l’eccessiva produzione di sebo. Il disturbo potrebbe peggiorare in funzione di fattori esterni, come ad esempio un’alimentazione sregolata e caratterizzata da cibi grassi e poco genuini. Si dovranno integrare pertanto alimenti come pesce, carni bianche, cereali integrali, frutta e verdura. Nel dettaglio per contrastare la pelle grassa, si dovranno includere nella propria dieta:

  • Noci e pesci: sono degli alimenti che contengono l’omega-3 che agisce apportando benefici sulla pelle grassa, lenendo le infiammazioni
  • Verdure: possiedono proprietà purificanti per la pelle
  • Cetrioli: le proprietà antiossidanti e l’acqua contenuta agiscono come idratante naturale della pelle
  • Arance: grazie alla vitamina C e alle proprietà astringenti è possibile combattere il sebo in eccesso
  • Legumi: le loro proprietà permettono di mantenere il equilibrio il sebo
  • Cereali integrali:contengono fibre le quali stimolano la digestione mantenendo la pelle pulita
  • Cioccolato fondente: contrasta la produzione eccessiva di sebo e previene le infiammazioni
  • Frutta e verdure crude: migliorano il processo digestivo e agiscono a beneficio delle pelle grassa
  • Banane: si compongono di fosfati, potassio e vitamina E che conferiscono lucentezza alla pelle

 

Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.