Smagliature

Smagliature: che cosa sono?

Le smagliature sono strie visibili che compaiono sulla pelle. Il colore iniziale è rossastro, mentre assumono una colorazione biancastra e perlacea se sono di vecchia data.

Le smagliature si formano in conseguenza della rottura delle fibre elastiche del derma. In particolare, il cedimento del derma causa sull’epidermide piccole e grandi depressioni, a linee più o meno sottili, singole o multiple.

Generalmente sono le donne a risentire del problema, anche se possono essere coinvolti anche gli uomini.

 

Le cause delle smagliature

Le cause delle smagliature possono essere molteplici. Bisogna tener presente che in genere le motivazioni vanno riscontrate nel processo di indebolimento della pelle, il quale è provocato soprattutto dalla carenza di proteine e da squilibri ormonali. Premesso che l’elasticità della pelle dipende anche da fattori genetici, vediamo quali sono le cause più comuni che portano alla formazione delle smagliature.

Le smagliature, conosciute anche come strie, sono la cicatrizzazione della pelle con una differente tonalità di colore. Secondo gli studi, gli ormoni glucocorticoidi sono i responsabili della comparsa e dello sviluppo di queste ultime in quanto impediscono lo sviluppo necessario dei fibroblasti dalle fibre di elastina e di collagene responsabili dell’effetto tensore della pelle.

Durante la pubertà, per esempio, con la formazione del seno può accadere che i tessuti siano sotto stress a causa dell’ingrandimento. Le smagliature giovanili possono verificarsi tra i 14 e i 18 anni ed interessare diverse zone del corpo, quindi non solo il seno, ma anche le cosce, l’addome e i glutei. 

Anche durante la gravidanza possono formarsi delle smagliature ad altezza del basso ventre, sulle cosce e sul seno: questo perché durante la gravidanza i tessuti sono particolarmente sollecitati.

Il sovrappeso e l’effetto fisarmonica (ossia il dimagrimento accompagnato da una veloce ripresa dei chili di troppo) possono essere causa del cedimento del derma e della comparsa delle smagliature.

Le cure a base di corticosteroidi hanno un effetto sull’elasticità del derma, che viene meno, e così si può andare incontro più facilmente alla formazione di smagliature.

Infine, ci sono alcune condizioni patologiche che possono preludere a un maggior rischio di sviluppare le smagliature. Alcuni esempi possono essere rappresentati dalla sindrome di Cushing, di Marfan o di Ehlers-Danlos. 

Tale fenomeno può riscontrarsi più facilmente in soggetti che sono affetti da disturbi della ghiandola surrenale; comportano un aumento del cortisolo nel sangue e quindi una perdita di elasticità e tenuta della pelle. Gli sbalzi del cortisolo sono dovuti principalmente allo sviluppo adolescenziale, allo stress o alla menopausa.

 

Come prevenire le smagliature

Si possono prevenire le smagliature? La prima regola per la prevenzione è mantenere il proprio peso forma senza cadere nella tentazione di perdere o prendere peso troppo velocemente: sono proprio gli sbalzi che spesso provocano la comparsa delle smagliature.

Curare la propria alimentazione è un fattore quindi indispensabile. I cibi che non devono mai mancare nella dieta sono verdure e cereali integrali; d’altro canto, bisogna invece evitare i grassi.

L’elasticità della pelle passa anche dall’idratazione: per questo motivo è importante bere, durante l’arco della giornata, almeno un litro e mezzo di acqua. Si possono anche utilizzare creme idratanti ed emollienti per il corpo, nelle zone strategiche, laddove le smagliature compaiono.

Non fumare, non consumare alcolici e praticare attività fisica sono altri consigli utili per prevenire la formazione delle smagliature. Evitare di indossare indumenti stretti è un altro buon modo per favorire il microcircolo e, di conseguenza, la corretta ossigenazione dei tessuti.

Infine, anche utilizzare prodotti da bagno o docciaschiuma esfolianti a cadenza regolare è utile per liberare la pelle dalle cellule morte e permettere a creme idratanti o a creme antismagliature di penetrare in profondità e compiere la loro azione


Come eliminare le smagliature?

Le smagliature possono essere eliminate usufruendo di trattamenti cosmetici appositi, anche se è bene sapere che gli effetti possono essere minimizzati e i segni non cancellati del tutto. Tra le soluzioni più efficaci ci sono le creme a base di acido boswelico: quest’ultimo svolge un’azione non solo riparatrice dei tessuti, ma anche antinfiammatoria.

Ci sono creme anche a base di retinolo o di complessi vitaminici che aiutano la pelle a mantenere la propria idratazione ed elasticità. 


Trattamenti estetici contro le smagliature

Oltre a soluzioni di tipo cosmetico contro le smagliature, quindi utilizzando creme e lozioni che migliorano l’idratazione e agiscono in maniera tale da elasticizzare la pelle, si possono effettuare anche dei trattamenti estetici. Questi ultimi possono essere particolarmente invasivi: possiamo annoverare il peeling chimico, la dermoabrasione e la biodermogenesi.

Si può fare ricorso poi ad altri rimedi, come il laser e la microchirurgia. Nel primo caso, attraverso la laserterapia si eliminano le parti di tessuto con le smagliature e si può ricreare la pelle nuova. Con l’intervento chirurgico i risultati sono gli stessi che si otterrebbero attraverso il laser frazionato.

 


Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.