Sovrappeso

Che cosa s’intende per sovrappeso?

Il sovrappeso è il rapporto tra la massa priva di grasso (FFM) e quella grassa (FM). Quando la massa grassa supera quella priva di grasso, allora abbiamo una condizione di sovrappeso e, in casi più gravi, di obesità. Queste ultime possono essere pericolose perché mettono sotto pressione il cuore e il sistema circolatorio, oltre a danneggiare gli altri organi.

Inoltre, a causa del sovrappeso si possono avere problemi di tipo intestinale, dolori alle gambe, problemi di vene varicose e altre patologia. In particolare, quando si parla di sovrappeso viscerale e/o addominale bisogna correre ai ripari, per evitare l’acuirsi di alcune patologie come le dislipidemie, il diabete, l’ipertensione e l’arteriosclerosi.

 

Quali sono le cause del sovrappeso? 

Le cause del sovrappeso possono essere diverse; tra queste possiamo annoverare:

●    dieta sbilanciata con calorie superiori al fabbisogno giornaliero
●    sedentarietà
●    intolleranze alimentari non diagnosticate che possono portare a gonfiore e a una cattiva digestione dei nutrienti
●    ritenzione dei liquidi in eccesso
●    gonfiore addominale e stitichezza
●    alcune patologie come l’infiammazione intestinale
●    alterazioni della funzionalità della leptina
●    metabolismo tiroideo rallentato
●    resistenza insulinica
●    menopausa
●    fame nervosa dovuta a stress
●    predisposizione genetica

Possono condizionare il sovrappeso anche alcuni aspetti psicosomatici nei quali il cibo assume caratteristiche di compensazione.

La presenza di adiposità localizzate come la cellulite può essere un ulteriore problema legato al sovrappeso.

 

Quali sono i rimedi per il sovrappeso?

La cura del sovrappeso deve essere stabilita con il medico, che avendo il quadro clinico completo del paziente potrà stabilire in che modo intervenire per una perdita graduale del peso.

Dopo aver stabilito quali sono i motivi del sovrappeso, si procederà con l’indicazione di una dieta adeguata. Quest’ultima dovrà integrare tutti i nutrienti in maniera tale da consentire un cambiamento nello stile di vita del paziente, piuttosto che limitarsi a vietare determinati alimenti in maniera categorica.

Per aiutare chi deve sostenere un regime nutrizionale ipocalorico, sono presenti in commercio diversi prodotti: dai frollini senza zucchero per la prima colazione alle marmellate, dagli snack fino ad arrivare a cibi pronti ipocalorici, che rappresentano una valida alternativa per chi ha poco tempo da dedicare alla cucina.

Se il controllo dell’alimentazione riveste una parte importante, l’altra faccia della medaglia è costituita sicuramente dall’attività fisica, molto importante per combattere il sovrappeso. L’attività fisica deve essere costante e all’inizio di natura moderata, in particolar modo per i soggetti che non praticano sport da parecchio tempo.

Anche l’idratazione riveste un ruolo importante per l’eliminazione delle tossine e dei liquidi in eccesso. Oltre all’acqua è possibile assumere integratori alimentari naturali che aiutano lo smaltimento delle tossine e regolarizzano il transito intestinale. Si possono associare anche delle tisane a base di principi attivi naturali, che aiutano l’espulsione delle tossine dall’organismo.

Esistono anche altri integratori in pillola per il controllo del peso, la cui azione è limitata alla stimolazione del senso di sazietà, della termogenesi e della digestione. Il loro impiego, tuttavia, non può prescindere da un cambiamento dello stile di vita e da una dieta sana.

 

Come prevenire il sovrappeso? 

Se si vuole evitare di essere in sovrappeso, bisogna prediligere una dieta ricca di frutta e verdura, evitando di consumare cibi troppo grassi. Da evitare sono anche gli insaccati, un consumo frequente di dolci e zuccheri in generale.

Anche il consumo di bibite gassate e zuccherate è sconsigliato, soprattutto se si desidera rientrare nel peso forma.

Non affidarsi a rimedi millantati come miracolosi o a diete fai da te, che una volta terminate rendono più semplice il recupero dei chili di troppo.

 

 


Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.