Tappo di cerume

Che cos’è il tappo di cerume? 
Si tratta di una formazione che si crea quando il cerume non è in grado di sfaldarsi ed essere espulso. Quando l’accumulo è troppo grande e risulta indurito, allora possiamo parlare di tappo di cerume.

Nel dettaglio, il cerume deriva da un processo metabolico naturale del corpo. Tra i componenti di questa sostanza troviamo cheratina, acidi grassi a catena lunga, alcool, squalene e colesterolo. Il cerume si presenta come una sostanza oleosa di colore giallastro o marrone scuro ed è prodotta dalle ghiandole sudoripare chiamate ghiandole ceruminose, che si trovano nella parte esterna del condotto uditivo. La sua funzione primaria è quella di proteggere il canale uditivo svolgendo anche un’azione di lubrificazione. Il cerume ha anche delle proprietà antibatteriche e antifungine, quindi risulta utile per la prevenzione delle infezioni all’interno dell’orecchio. Quando il cerume manca nell’orecchio, possiamo registrare una sensazione di secchezza e prurito.

 

Perché si forma il tappo di cerume?

Il cerume viene espulso fuori dall’orecchio grazie al movimento della mascella, che attraverso la masticazione lo fa fuoriuscire verso l’esterno. Il tappo di cerume può verificarsi quando per la pulizia dell’orecchio si usano oggetti come batuffoli di cotone o angoli di stoffa arrotolati. Questi sistemi, se non effettuati correttamente, possono sortire un effetto deleterio perché possono spingere il cerume verso l’interno aggravando ulteriormente la situazione.

L’uso di tappi per orecchie, inoltre, qualora non fosse necessario per far fronte a determinate esigenze, può spingere il cerume in profondità causando il tappo. Un altro aspetto da considerare riguarda la produzione di cerume: ogni individuo, infatti, può produrre più o meno cerume rispetto ad altri. Per questo, se non si pulisce regolarmente il canale uditivo, può verificarsi l’accumulo di cerume, che a sua volta causa la formazione del tappo.

Il tappo di cerume, inoltre, può essere causato anche da altri fattori, sia anatomici che patologici:

●    Canale uditivo stretto
●    Ricorrenti infezioni all’orecchio
●    Otite

Tra i soggetti più a rischio ci sono gli anziani: questo perché l’uso di apparecchi acustici può causare un’occlusione del canale. In più, gli anziani sono maggiormente predisposti perché, con il passare degli anni, il cerume diventa più secco, quindi la sua espulsione fisiologica è molto più complessa.

 

Quali sono i sintomi del tappo di cerume?

La sintomatologia che riguarda il tappo di cerume può essere lieve o intensa, a seconda della quantità e dalla grandezza della quantità di cerume che occlude il canale uditivo.

Tra i primi sintomi troviamo un senso di pienezza dell’orecchio. Poi, la sintomatologia può evolvere in:

●    Prurito all’interno dell’orecchio
●    Mal di testa
●    Dolore nel condotto uditivo (si genera in caso di infezione, che provoca anche i linfonodi del collo ingrossati)
●    Acufene
●    Tosse (in rari casi)
●    Diminuzione o perdita della capacità dell’udito

Il tappo di cerume va trattato tempestivamente, dal momento che tra i rischi maggiori possono figurare anche danni irreversibili al timpano e sordità permanente. Il medico potrà valutare la gravità della situazione esaminando l’orecchio con l’otoscopio.

 

Quali sono i rimedi per il tappo di cerume?

In base alla gravità dei sintomi e alla situazione, dovrà essere istituita una terapia adeguata. I rimedi casalinghi non costituiscono sempre una soluzione felice al problema: meglio chiedere il parere del medico, che istraderà il paziente verso la soluzione migliore a seconda di ciascun caso.

Tra le soluzioni proposte, in alcuni casi, troviamo le gocce che facilitano lo scioglimento del cerume in eccesso. Si possono effettuare anche dei lavaggi dopo aver ammorbidito il tappo, in modo tale da farlo uscire. Un altro metodo è quello di somministrare soluzioni saline sterili nell’orecchio, irrorate mediante una siringa. 

Infine, tra i prodotti in commercio che il medico può consigliare, troviamo rimedi a base di Il Dimetilbenzene (nome commerciale Cerulisina), utilizzati come detergente, oppure si può utilizzare un prodotto con perossido di urea e glicerina (nome commerciale Debrox ®) per rimuovere il tappo di cerume.

 

Come prevenire il tappo di cerume?

La prevenzione passa anzitutto da un’accurata pulizia delle orecchie, evitando così che si formi il tappo di cerume. Esistono in commercio diversi prodotti che consentono la pulizia delle orecchie, sia negli adulti che nei più piccoli.

Per la pulizia delle orecchie vanno evitati metodi fai da te o invasivi, che potrebbero danneggiare il timpano o spingere il cerume più in profondità complicando ulteriormente la situazione.

Quando il blocco è particolarmente ostinato, si possono utilizzare gocce su base settimanale. Con lavaggi regolari, è possibile quindi impedire l’intasamento delle orecchie. Nei soggetti predisposti alla formazione di tappi di cerume, le irrigazioni devono essere fatte una volta a settimana. Utilizzare tappi per le orecchie quando si lavora in contesti particolarmente polverosi per evitare che la polvere entri nelle orecchie.

La prevenzione del tappo di cerume, come possiamo ben vedere, è un’operazione semplice, che deve essere attuata giornalmente al fine di garantire il benessere delle proprie orecchie.

 

 

 

Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.