Caduta Capelli

Quali sono le cause della caduta dei capelli? 

La perdita dei capelli è un fenomeno fisiologico. Si stima che entro un certo numero di capelli, circa 100 al giorno, si tratti di una condizione normale che non fa presagire alcuna patologia.

La caduta dei capelli, generalmente, è un fenomeno che riguarda l’avanzamento dell’età; tuttavia, questa affermazione non è del tutto corretta in quanto esistono molti soggetti che fin da giovani mostrano un diradarsi progressivo della chioma, fino a creare spazi in cui il capello non ricresce. Il problema non è squisitamente maschile, ma può colpire anche le donne. La denominazione patologica riferita a questa condizione è chiamata alopecia.

Le cause della perdita di capelli possono essere diverse:

●    fattori genetici
●    fattori ormonali
●    malattia prolungata
●    stress

 

Quali sono le differenze tra perdita di capelli nell’uomo e nella donna? 

La perdita dei capelli, come abbiamo appena accennato, è una problematica che riguarda trasversalmente gli uomini e le donne, ma possiamo notare delle differenze sostanziali nella caduta dei capelli maschili e femminili.

La perdita dei capelli nell’uomo, generalmente, comincia con un diradarsi della chioma all’altezza delle tempie: per questo motivo viene detta comunemente “stempiatura”. I capelli, inoltre, cominciano a diradarsi anche al centro della testa dando vita a spazi dove la ricrescita non avviene più. L’interazione tra fattori genetici, squilibri ormonali e carenze di proteine può giocare un ruolo fondamentale verso la calvizie.

Nelle donne, invece, la perdita dei capelli si può avere durante la gravidanza o dopo il parto. Questo fenomeno è temporaneo e si interrompe a seguito del ripristino degli ormoni. In generale, anche una dieta con mancato apporto di proteine, ferro e zinco può essere la causa, così come negli uomini, del diradarsi progressivo dei capelli. Tuttavia l’assottigliamento dei capelli, nella donna, avviene principalmente sulla parte superiore del cuoio capelluto.

 

Quali sono i sintomi della perdita di capelli? 

Bisogna considerare che in condizioni normali si perdono dai 50 ai 100 capelli ogni giorno. In parte questo fenomeno è fisiologico, per cui è il caso di correre ai ripari solo se si notano determinati fenomeni, come ad esempio la perdita di grandi quantità di capelli sui vestiti, sulle spazzole o negli scarichi del bagno. I capelli, in questo caso, diventano più sottili e fragili, e sussistono più aree di diradamento. Si manifesta la comparsa di una o più aree di diradamento.

 

Quali sono i rimedi per la caduta dei capelli?

Il trattamento va adeguato in base alla causa che genera la caduta. Infatti, se per esempio la perdita dei capelli è dovuta all’assunzione di un particolare farmaco, il problema può essere ovviato con la sospensione del farmaco stesso, qualora sia possibile.

Si possono utilizzare shampoo e prodotti delicati, che rispettano il PH della cute ed effettuano un’azione nutriente e idratante. Per rinforzare i capelli è possibile applicare per tre o più mesi delle fiale contenenti micronutrienti adatti al cuoio capelluto. Grazie all’azione nutriente di questi prodotti, possiamo aiutare i capelli a rigenerarsi e rinforzarsi. Ci sono anche rimedi naturali a base di erbe che svolgono un’azione nutriente e rinforzante.

La vitamina B è un altro nutriente essenziale per la salute dei capelli. Si può trarre beneficio anche da massaggi con oli essenziali. Esistono diverse essenze vegetali che stimolano l’ossigenazione del cuoio capelluto, come geranio, rosmarino e alloro. Qualora queste manchino con la dieta, oppure in casi di aumentato fabbisogno, si possono assumere degli integratori specifici per la salute dei capelli. 

 

 Come prevenire la caduta dei capelli? 

Per avere capelli sani e forti bisogna limitare l’uso di prodotti aggressivi, coma le piastra e l’asciugacapelli, che possono danneggiare la fibra del capello fino a indebolirla e causare la caduta.

Una cattiva alimentazione poco bilanciata, soprattutto per quanto riguarda l’apporto di proteine, zinco e ferro, può causare la caduta dei capelli. Nel caso di aumentato fabbisogno oppure di mancato apporto con la dieta, è consigliabile assumere un integratore.

 

 


Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.