Cistite

Che cos’è la cistite? 

Difficoltà e dolore nell’emissione dell’urina possono essere il segno che è in corso una cistite. Quest’ultima è un’infiammazione della vescica causata da alcuni batteri. In particolare, le infezioni urinarie sono generate da batteri enterobacter o da Escherichia coli; questi ultimi popolano l’intestino umano.

Quando per diversi motivi questi batteri arrivano a popolare l’uretra, essi sopravvivono e si moltiplicano proprio nelle urine, dando vita in questo modo all’infezione.

Generalmente, sono le donne i soggetti più colpiti da problemi di cistite per motivi anatomici. Rispetto all’uretra maschile, infatti, quella femminile è più breve. In più, le secrezioni prostatiche che avvengono nell’uomo effettuano un’azione battericida. Un altro aspetto sfavorevole è caratterizzato dalla vicinanza del sito d’apertura rispetto all’ano. In tal senso, i microrganismi fecali possono raggiungere più facilmente la vagina.

 

Quali sono i sintomi della cistite?

Il sintomo tipico della cistite è rappresentato da dolore acuto durante la minzione, cioè durante il transito e l’espulsione dell’urina. Oltre a questo tipo di fastidio, peraltro abbastanza doloroso, altri sintomi possono essere:

●    pollachiuria: stimolo a urinare frequentemente
●    presenza di sangue nelle urine
●    dolore all’addome o sensazione di pressione
●    dolore pelvico
●    febbre

Le urine possono assumere anche un aspetto torbido ed emanare un cattivo odore. Nel caso in cui si presenti una sintomatologia severa, è consigliabile rivolgersi al medico per istituire al più presto possibile una terapia idonea.

 

Quali sono i rimedi per la cistite? 

La cistite può avere occasionalmente un decorso che non richiede l’utilizzo di medicinali; altre volte, per combattere l’infezione è indispensabile somministrare un antibiotico specifico per il tratto urinario, come ad esempio la Levoxacina o la Ciprofloxacina.

Possono anche essere utili degli antidolorifici, in particolare gli antispastici, che riducono le contrazioni a cui è soggetta la muscolatura vescicale durante il decorso della cistite.

In ogni caso, la terapia deve essere commisurata alla gravità con cui la cistite si presenta. Per le cistiti di tipo ricorrente esistono diversi integratori a base di mirtillo rosso. Molto utile si dimostra l’assunzione di fermenti lattici e di Vitamina A. Sotto consiglio e controllo del medico, è possibile anche assumere preparati a base di uva ursina, che hanno un forte potere diuretico e aiutano a eliminare i batteri.

Se la cistite si presenta in maniera abbastanza frequente dopo la menopausa, la terapia potrebbe consistere nella somministrazione di estrogeni naturali o sintetici.

 


Come prevenire la cistite? 

La prima regola da attuare per prevenire la cistite è bere molta acqua, così da non favorire il ristagno dell’urina all’interno della vescica. Inoltre, trattenere a lungo le urine favorirebbe la moltiplicazione batterica: bisogna dunque cercare di svuotare la vescica regolarmente. Oltre all’idratazione corretta, bisogna abbinare una dieta sana ed equilibrata all’attività fisica. Tutti questi elementi aiutano a mantenere efficiente il sistema immunitario

Si deve evitare l’utilizzo comune di asciugamani e biancheria intima. Cambiare regolarmente l’intimo. Per la biancheria, sono preferibili le fibre naturali come il cotone piuttosto che capi sintetici che sono meno traspiranti. Non eccedere con l’uso di detergenti che possono seccare la mucosa. 

Altri accorgimenti riguardano l’utilizzo di capi non troppo stretti che possono impedire una corretta traspirazione. Infine, se si trascorrono le vacanze al mare, evitare di stare seduti direttamente sulla sabbia o sul bagnasciuga. Cambiare il costume bagnato per evitare il contatto prolungato con la stoffa umida.

 

 

Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.