Tallonite

Cos’è la tallonite?

La tallonite, nota anche come talalgia plantare o tallodinia, è una patologia infiammatoria che colpisce il tallone provocando dolore e fastidio sotto il piede a livello del calcagno.

Alla base dell’insorgenza della tallonite possiamo riscontrare differenti cause di natura neurologica, metabolica o congenita. I principali fattori scatenanti sono:

  • stato di obesità o di sovrappeso;
  • patologie reumatiche come l’artrosi e l’artrite reumatoide;
  • alterazioni posturali;
  • calzature non adeguate come le scarpe con il tacco alto;
  • eccessivo sforzo fisico.

Esiste un tipo di tallonite che viene identificata come “tallonite dello sportivo” che si manifesta soprattutto nelle persone sportive che, attraverso l’allenamento, stressano il piede fino a provocare dei piccoli traumi e lesioni a livello calcaneare. Tra gli sport più a rischio per l’insorgenza della tallonite possiamo citare la corsa, la pallavolo, il basket e il calcio.

In genere il dolore al tallone si manifesta progressivamente fino ad arrivare a uno stato di dolore acuto e fastidioso e la patologia può durare anche più di due settimane nelle condizioni più gravi.

Come curare la tallonite?

Esistono numerose cure e rimedi per alleviare il dolore al tallone e risolvere il problema della tallonite.

Il primo rimedio è tenere il piede a riposo, in modo da limitare il più possibile di stressarlo peggiorando l’infiammazione. Inoltre si consiglia di applicare del ghiaccio a livello del calcagno, in modo da raggiungere un po’ di sollievo dal dolore. È fondamentale, quindi, stare a riposo per tutto il periodo dell’infiammazione limitando il più possibile l’attività sportiva e l’attività motoria.

Un altro rimedio può essere l’utilizzo di prodotti con proprietà benefiche e antinfiammatorie, nonché effettuare regolarmente esercizi di stretching del piede, del polpaccio e del tendine di achille. Il medico potrebbe, inoltre, consigliare l’utilizzo di tutori, gambaletti e stampelle come supporto per la deambulazione.