Vaginite

Cos’è la vaginite e quali sono le cause?

La vaginite è un’infiammazione vaginale che si presenta con perdite bianche o gialle accompagnate da una sensazione costante di prurito e bruciore intimo. Questa infezione alla vagina può insorgere in seguito all’alterazione del ph vaginale, il quale porta a un disequilibrio tra i batteri. Questa situazione favorisce l’ingresso di differenti agenti patogeni, i quali compromettono l’equilibrio e la salute della vagina. L’insorgenza della patologia, infatti, può dipendere dall’attacco di diversi agenti patogeni. In base alle cause si possono distinguere diversi tipi di vaginite:

  • Vaginite batterica, si manifesta in seguito a un disequilibrio della flora batterica vaginale il quale favorisce l’attacco di batteri specifici come nel caso dell’infezione da Gardnerella
  • Vaginite da funghi, si manifesta in seguito all’attacco da parte di funghi come nel caso della Candida Albicans
  • Vaginite da parassiti, si manifesta in seguito all’attacco del protozoo Trichomonas Vaginalis ed è un’infezione che si trasmette tramite rapporti sessuali
  • Vaginite non infettiva, si manifesta attraverso l’utilizzo di detergenti intimi, assorbenti, lavande o simili prodotti che aggrediscono la vagina, irritandola
  • Vaginite atrofica, si manifesta in seguito ad alterazioni ormonali ad esempio in menopausa
  • Vaginite attinica è l’infiammazione vaginale che insorge a causa di determinate terapie per la cura dei tumori

Quali sono i sintomi della vaginite?

  I sintomi più comuni della vaginite sono:

  • Prurito e bruciore intimo
  • Perdite bianche o giallastre e altre secrezioni vaginali
  • Bruciore durante i rapporti
  • Dolore dopo il rapporto
  • Lievi sanguinamenti
  • Minzione dolorosa

Come curare la vaginite?

Esistono numerose terapie per risolvere il disturbo della vaginite, che vengono suggerite dagli specialisti in funzione delle cause principali dell’infiammazione vaginale. Possiamo distinguere:

  • In caso di vaginite batterica si può ricorrere a una terapia basata sull’assunzione di antibiotici per via orale o topica, attraverso creme, ovuli e gel
  • In caso di vaginite da funghi, in genere si consiglia una terapia basata su farmaci antimicotici e anche in questo caso la somministrazione potrà essere per via orale oppure locale con creme, ovuli, capsule
  • In caso di vaginite da tricomoniasi viene in genere consigliato un ciclo di antibiotici da assumere oralmente
  • In caso di vaginite atrofica si risolve ricorrendo a terapie ormonali che prevedono l’utilizzo di estrogeni nelle forme di compresse, gel, creme, cerotti, oppure attraverso l’utilizzo di lubrificanti o prodotti emollienti
  • In caso di vaginite non infettiva si procederà individuando ed eliminando la causa scatenante dell’infiammazione

Esistono anche dei piccoli accorgimenti da seguire per prevenire i diversi tipi di vaginite, come:

  • Utilizzare sempre il preservativo al fine di evitare le vaginiti e le altre infezioni vaginali trasmissibili sessualmente
  • Utilizzare detergenti intimi delicati
  • Evitare lavaggi troppo intensi