Forfora

Cos’è la forfora?

La forfora è un problema comune e abbastanza diffuso che interessa il cuoio capelluto. Si manifesta con una desquamazione della cute che a sua volta genera l’insorgenza di scaglie secche sulla testa, localizzate tra i capelli. Le croste bianche in testa rappresentano i residui delle cellule morte e sono il frutto di un processo di ricambio cellulare troppo rapido rispetto al normale. Insieme alla forfora, in genere, si manifestano anche una forte sensazione di prurito oltre che, come già accennato, delle squame bianche sparse tra i capelli.

Perché viene la forfora?

Una delle cause principali della comparsa di forfora tra i capelli è il fungo Malessezia Furfur o Pityrosporum, che si trova nel cuoio di capelluto nella maggioranza delle persone, anche se del tutto innocuo. Questo fungo inizia a diventare un problema quando le sua proliferazione diventa incontrollata e smisurata e questo comporta, a sua volta, un ricambio cellulare troppo veloce rispetto al normale che non farà altro che irritare il cuoio capelluto.

Il fungo Malessezia non è il solo fattore in grado di scatenare e accentuare il disturbo della forfora. Tra i più diffusi troviamo:

  • Cute secca: il cuoio capelluto secco genera la cosiddetta forfora secca sottoforma di squame e scaglie disidratate che accompagnano il continuo prurito alla testa
  • Cute grassa: il cuoio capelluto grasso genera la cosiddetta forfora grassa facilmente riconoscibile perché le squame si presentano spesse e oleose. In questo caso la forfora potrebbe essere la diretta conseguenza di una patologia, la dermatite seborroica. I sintomi di questo disturbo insorgono non solo tra i capelli ma anche nelle sopracciglia
  • Eccessiva produzione di sebo
  • Lavaggi frequenti che irritano il cuoio capelluto
  • Uso di prodotti e cosmetici per capelli particolarmente aggressivi
  •  Psoriasi: è una patologia che colpisce la pelle ed è responsabile dell’accumulo di residui di cellule morte le quali si presentano sottoforma di scaglie e placche localizzate in tutto il corpo, compresa la testa
  • Dermatite da contatto: è una patologia che si manifesta in seguito al contatto con sostanze contenute in determinati prodotti per la cura dei capelli ai quali si risulta allergici o intolleranti. Subito dopo il contatto il cuoio capelluto inizia a irritarsi con la conseguente comparsa di forfora e prurito
  • Crosta lattea: è un disturbo che colpisce i neonati

Come combattere ed eliminare la forfora?

La forfora è un disturbo che può essere contrastato ed eliminato con l’aiuto di piccoli accorgimenti e con l’utilizzo di prodotti specifici antiforfora.

Prima di tutto è necessario lavare i capelli scegliendo prodotti delicati, ideali per cute sensibile. In questo modo si limita l’eccesso di sebo e l’accumulo di residui di cellule morte. Inoltre è bene dotarsi di shampoo ad azione antiforfora i quali rappresentano un valido alleato di salute per la cura del cuoio capelluto.

Altri accorgimenti utili per alleviare il fastidio della forfora sono quello di imparare a gestire lo stress, seguire una dieta sana e bilanciata e limitare l’uso di lacche e mousse per capelli i quali non fanno altro che irritare il cuoio capelluto generando la forfora.

Se il problema persiste, consigliamo di effettuare una visita dermatologica in modo da comprendere la natura del problema e sentire un parare medico sulla scelta dei prodotti da utilizzare per la cura.