Piedi gonfi

I piedi gonfi e doloranti sono un problema che si manifesta soprattutto nelle calde giornate estive, in seguito a un periodo prolungato passato in piedi o durante la gravidanza.  In alcuni casi possono essere un sintomo di patologie come il diabete, oppure malattie legate al cuore o al fegato.

 

Quali sono le cause dei piedi gonfi?

I piedi gonfi sono provocati da un accumulo di liquidi che interessa il tessuto adiposo localizzato al di sotto della cute.

Le cause principali che possono determinare la problematica dei piedi gonfi, comprese le caviglie, sono:

  • Utilizzo di calzature scomode, strette e poco traspiranti
  • Stare eccessivamente in piedi
  • Utilizzo di calze e collant eccessivamente stretti
  • Dieta ricca di sale
  • Clima particolarmente afoso
  • Conseguenza della gravidanza
  • Diabete
  • Sovrappeso
  • Fumo
  • Sedentarietà

 

Quali sono i rimedi per i piedi gonfi?

Tra i rimedi più efficaci per contrastare la problematica dei piedi gonfi troviamo il pediluvio. Questo trattamento consiste nell’immersione dei piedi nell’acqua calda. In questo modo verrà stimolata la dilatazione e la contrazione delle vene, a beneficio della pressione sanguigna.

Esistono inoltre numerosi prodotti come i diuretici che apportano benefici procedendo con l’eliminazione dei liquidi in eccesso nei tessuti, le creme gel con proprietà lenitive e sgonfianti.

Nel caso in cui tutti i rimedi e i trattamenti risultino inefficaci, è bene chiedere consiglio al proprio medico poiché i piedi gonfi potrebbero nascondere patologie più gravi come il diabete, l’insufficienza renale ed epatica e l’insufficienza venosa.

 

Piedi gonfi in gravidanza: quando preoccuparsi?

Durante la gravidanza può essere normale soffrire di piedi gonfi e doloranti, ciò si deve alla crescita del bambino e ai continui sbalzi ormonali, soprattutto negli ultimi mesi di gestazione.

Si possono prevenire i piedi gonfi durante la gravidanza adottando dei piccoli accorgimenti e trattamenti, come:

  • Stendersi e riposare anche la notte riponendo un cuscino al di sotto delle caviglie per favorire la circolazione
  • Utilizzare calze a compressione graduata, chiedendo prima un parere del proprio ginecologo
  • Idratare l’organismo bevendo almeno due litri di acqua al giorno e integrando nella dieta prodotti drenanti
  • Massaggiare i piedi con lozioni naturali, partendo dalla caviglia, passando per le gambe, fino ad arrivare alle cosce
  • Effettuare pediluvi con acqua fresca e un po’ di sale grosso

È bene non trascurare il problema dei piedi gonfi durante la gravidanza perché potrebbe trasformarsi in una problematica molto grave, chiamata preeclampsia, nota anche come gestosi. È bene consultare il proprio medico o ginecologo ai primi sintomi tipici della preeclampsia: comparsa di forti mal di testa, vista offuscata, dolori addominali e vomito.

 

Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.