Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care

Tracheite

La tracheite è un disturbo che colpisce adulti e bambini e si manifesta a causa di un’infezione della trachea, un tubo che funziona da collegamento tra laringe e bronchi e permette di scambiare l’aria da e verso i polmoni. Questa patologia è considerata pericolosa, soprattutto se i soggetti colpiti sono bambini, in quanto potrebbe provocare gravi problemi respiratori.

Cause della tracheite

La tracheite può essere causata dall’attacco di virus o batteri. In particolare:

  • La tracheite virale è generalmente provocata dal Rhinovirus, il virus della comune influenza e del raffreddore
  • La tracheite batterica è la forma più comune ed è riconducibile all’attacco dello Staphylococcus aureus

La tracheite, inoltre, può manifestarsi anche attraverso un’infiammazione della trachea causata da alcuni fattori in grado di irritare la trachea come, ad esempio, il fumo di sigaretta, l’inquinamento, alcuni tipi di allergeni per individui allergici come gli acari della polvere, il pelo di animali o il polline.

Sintomi della tracheite

La tracheite presenta svariati sintomi molto simili a quelli di altre patologie come la faringite. Tra questi troviamo:

  • Mal di gola
  • Tosse continua
  • Febbre
  • Naso che cola
  • Malessere generale
  • Dispnea o respirazione difficoltosa

La tracheite colpisce soprattutto i bambini piccoli e in questi casi è consigliato rivolgersi immediatamente al proprio medico di fiducia, il quale indicherà la terapia più adatta per risolvere la patologia.

Quanto dura la tracheite?

La durata della tracheite può variare a seconda della causa scatenante e della gravità del disturbo. In linea generale, la tracheite batterica può estendersi anche ai 7-10 giorni, mentre la tracheite virale tende a risolversi spontaneamente in pochi giorni.

Quando preoccuparsi e contattare il medico?

La tracheite, in genere, non è considerata pericolosa per la nostra salute ma in determinati casi può generare delle complicanze gravi per la persona che ne soffre. In particolare, è consigliabile rivolgersi al proprio medico quando la tracheite si sviluppa in bambini molto piccoli oppure quando il disturbo non si risolve dopo sette giorni di cure e terapia antibiotica.

Come curare la tracheite

Prima di iniziare le cure, per risolvere il disturbo è bene consultare il proprio medico in modo da individuare la causa scatenante ed il trattamento più adeguato alla propria condizione di salute.

Nella maggior parte dei casi di tracheite batterica, potrebbe essere sufficiente una terapia antibiotica ed antibatterica, insieme ad altri farmaci per alleviare i sintomi secondari come la febbre.

Le tracheiti allergiche vengono curate, generalmente, attraverso la prescrizione di farmaci antistaminici oppure cortisonici.

Ancora, per le tracheiti virali, il medico potrebbe prescrivere dei farmaci antinfiammatori e antidolorifici.

Infine, per i casi più gravi di tracheite potrebbe essere necessario un ricovero ospedaliero: si procederà con l’inserimento di un piccolo tubo endotacheale nelle vie respiratorie per facilitare la respirazione del paziente.

 Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.