Spossatezza

Cosa significa senso di spossatezza?

La spossatezza è un termine che identifica uno stato di stanchezza generalizzato, che si sostanzia in un vero e proprio calo di energia a livello fisico e psicologico. Generalmente chi soffre di spossatezza tende a sentirsi sempre stanco, frastornato e confuso. È una condizione che si manifesta attraverso una stanchezza eccessiva in grado di influenzare negativamente la vita delle persone. Il senso di spossatezza più che una patologia può essere considerato un sintomo di altre malattie. Esso, infatti, può derivare da:

  • influenza;
  • raffreddore;
  • infezioni virali o batteriche;
  • patologie della tiroide;
  • anemia;
  • diabete;
  • disturbi del sonno;
  • disturbi dell’alimentazione;
  • tumori;
  • cambi stagionali;
  • forte stress;
  • menopausa;
  • gravidanza.

Quali sono i sintomi della spossatezza?

Il senso di spossatezza può manifestarsi in diversi modi. Tra i sintomi principali troviamo:

  • stanchezza e sonnolenza;
  • debolezza alle gambe;
  • mal di testa;
  • sudorazione eccessiva;
  • dolore addominale;
  • mal di schiena;
  • depressione;
  • limitazione delle attività quotidiane;
  • difficoltà di concentrazione;

Come combattere la spossatezza?

Esistono diversi rimedi per combattere il senso di spossatezza.

Se la stanchezza dipende da fattori di stress o ansia, ad esempio, potrebbe essere utile eliminare i fattori che causano lo stress mentale e regolarizzare il proprio stile di vita evitando ad esempio alcol e fumo e dormendo almeno 8 ore al giorno. Inoltre è sicuramente efficace seguire una dieta sana ed equilibrata.

Molte persone, invece, per risolvere in breve tempo la stanchezza e l’affaticamento da spossatezza assumono integratori alimentari di vitamine e Sali minerali, ideali per recuperare le energie e ricaricare le batterie.