I benefici della Calendula sulla pelle

Data di creazione: 2017-05-05 Visite: 791

La calendula (nome ufficiale Calendula Officinalis) fa parte della famiglia delle compositae ed è utilizzata come rimedio naturale per i problemi della cute sin dall'antichità.

Per le sue proprietà antinfiammatorie, antisettiche e cicatrizzanti, infatti, la ben nota pianta si usa soprattutto come tintura madre - in associazione con altri rimedi come il Cantharis - per alleviare e curare irritazioni cutanee, ed è per questo molto impiegata come componente delle creme e dei talchi utilizzati per i neonati, essendo molto efficace sia a scopo preventivo sia quando l'irritazione è già in corso.
Trattare le irritazioni con pomate a base di calendula  - soprattutto per i più piccini - ha il vantaggio di evitare gli effetti collaterali di prodotti contententi antistaminici o cortisonici. 

Anche in caso di irritazioni dovute all'esposizione al sole, utilizzare questo rimedio fitoterapico permette un rapido ed efficace trattamento senza dover incorrere nel rischio dell'insorgenza di fotosensibilità, un fastidioso effetto delle creme a base di cortisone o antistaminici che determina la comparsa di macchie sulla pelle a seguito di esposizione al sole.

Grazie alle sue proprietà antisettiche, inoltre, la calendula può essere applicata localmente su escoriazioni e ferite assicurando l'eliminazione della carica batterica cutanea.

Oltre che per la cura della pelle, la pianta è utilizzata anche per la pulizia di quest'ultima: sotto forma di impacco, può essere applicata su acne e foruncoli per favorirne la scomparsa.

Tags: