• Pubblicato il : 13/12/2018
  • Visite: 2510
  • Commenti: 0
La colite, anche detta sindrome del colon irritabile, è un’infiammazione dell’ultima parte dell’intestino.
Il colon è il secondo tratto dell’intestino crasso, che a sua volta è l’ultima parte dell’apparato digestivo. È lungo circa 130 centimetri e può essere suddiviso in tre porzioni: il colon destro, quello trasverso e il colon sinistro.
  • Pubblicato il : 02/03/2016
  • Visite: 716
  • Commenti: 0

La sindrome del colon irritabile (SII), comunemente detta colite, non provoca danni permanenti all'intestino né malattie gravi e può essere tenuta sotto controllo con un regime alimentare appropriato.

 

  • Pubblicato il : 19/04/2016
  • Visite: 861
  • Commenti: 0

Causata dai batteri presenti nella bocca che non vengono smaltiti con la sola salivazione, è associata quasi sempre ad una cattiva igiene orale, causando timidezza, disagio sociale ed il possibile insorgere di altre malattie.

 

  • Pubblicato il : 07/09/2016
  • Visite: 1109
  • Commenti: 0

L’intestino è uno degli organi più importanti, quello in cui si accumulano stress e sentimenti negativi ed il primo che rileva i campanelli di allarme sul nostro stato di salute generale. Gli eccessi estivi potrebbero aver appesantito il tuo intestino: per purificarlo, ti suggeriamo una serie di consigli basati solo su rimedi naturali!

 

  • Pubblicato il : 16/02/2017
  • Visite: 665
  • Commenti: 0

I sintomi più comuni dell’influenza, si sa, sono febbre, raffreddore, dolori muscolari, mal di gola, tosse e un generale senso di stanchezza.
Talvolta, però, l'influenza può interessare nello specifico l'apparato gastrointestinale, portando nausea, vomito, diarrea, febbre, mancanza di appetito e cattiva digestione.

  • Pubblicato il : 16/04/2018
  • Visite: 2147
  • Commenti: 0

Il nostro apparato digerente e, soprattutto, il nostro intestino sono ricchi di diversi microrganismi che non sono considerati patogeni, tutt’altro: questi comportano una serie di vantaggi tra cui quello di protezione e vengono, nell’insieme, definiti come “flora batterica intestinale”.