Celiachia, Allergia e Sensibilità al Glutine, come riconoscerle

Data di creazione: 2018-03-12 Visite: 2514

Celiachia, sensibilità e allergia al glutine sono cose diverse. Cerchiamo di fare chiarezza e di distinguerle.

Il glutine è una proteina presente in alcune varietà di cereali come frumento, farro, orzo, segale, spelta, triticale e grano khorasan (quest’ultimo conosciuto con il nome di kamut).

La presenza di glutine consente a farina e acqua di legarsi insieme e dare vita ad un impasto elastico e quasi gommoso, processo che infatti si chiama proprio agglutinazione. Pertanto è proprio la presenza di glutine a rendere il pane fragrante e la pasta elastica.

Può capitare, però, che quando il glutine arrivi nel tratto digestivo, le cellule del sistema immunitario, lo scambino per un invasore esterno e, come avviene per i batteri, lo attacchino.

Esistono vari tipi di intolleranze al glutine e sono:
La sensibilità al glutine
Non si tratta di una forma attenuata di celiachia (che è una patologia del sistema autoimmunitario) ma di un disturbo a sé stante, che presenta nei soggetti coinvolti un difetto di immunità innata. È molto più diffusa di quanto si pensi ed attualmente viene diagnosticata principalmente in pazienti adulti con problemi in larga parte intestinali, che in passato venivano classificati come disturbi del colon irritabile.
I sintomi della sensibilità al glutine sono gonfiore, dolori addominali, emicrania, annebbiamento della memoria, mancanza di lucidità, depressione e hanno un’insorgenza immediata, di poche ore o al massimo giorni dall'introduzione delle sostanze sensibilizzanti.
La soglia di tolleranza al glutine è individuale e può aumentare, diminuire o scomparire naturalmente senza lasciare danni nel corso della vita, a differenza della celiachia.

La celiachia
La malattia celiaca è un’intolleranza permanente del sistema immunitario al glutine. I celiaci non devono assolutamente mangiare alimenti che contengono glutine poiché l’assunzione anche solo di tracce di questa proteina provoca un’intensa reazione immunitaria a carico dell’intestino. Ne consegue un’infiammazione cronica dell’intestino tenue e la regressione dei villi intestinali (atrofia) che può portare all’impossibilità parziale o totale di assorbire nutrienti, quali proteine, grassi, carboidrati, vitamine e minerali.
Spesso la celiachia si manifesta nell’infanzia, subito dopo lo svezzamento, con il passaggio dal latte materno all’alimentazione contenente glutine, tuttavia può comparire ad ogni età.
I sintomi della celiachia sono gonfiore, diarrea, dolori addominali, mal di testa, dolori articolari, perdita di peso, stanchezza, mancanza di appetito e vomito.
Se si sospetta una celiachia, bisogna rivolgersi immediatamente al proprio medico che farà svolgere un’analisi del sangue. In presenza degli anticorpi specifici, per una diagnosi certa, viene eseguita una biopsia intestinale.

L’allergia al frumento
L’allergia al frumento è un’allergia alimentare i cui sintomi interessano soprattutto la pelle e le vie respiratorie. Nei bambini possono scaturire asma, problemi cutanei e diarrea.
Questa allergia si manifesta maggiormente nei bambini e tende poi a regredire, nella maggior parte dei casi, con l’età.

Per evitare ripercussioni serie è importante rivolgersi immediatamente al medico qualora si notino disturbi correlati all’assunzione di glutine.
Per ulteriori informazioni e chiarimenti su questo argomento non esitate a contattarci o venite a trovarci presso la nostra sede, lo staff della Farmacia Loreto Gallo risponderà a tutti i vostri quesiti!

Tags: