Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care
Controlli costantemente il colesterolo? Ecco perché dovresti
Pubblicato il: 13 gennaio

Controlli costantemente il colesterolo? Ecco perché dovresti

Controllare il livello di colesterolo nel sangue assieme alla misurazione della pressione del sangue (pressione arteriosa), può dare indicazioni sulla probabilità (rischio) di sviluppare una malattia cardiovascolare negli anni successivi, vale a dire prima che essa si manifesti realmente. In questo modo, identificando il rischio, è possibile realizzare un’efficace prevenzione.

L’esame della colesterolemia è comunemente prescritto dal medico quando si raggiunge l'età di 40 anni. Tuttavia, può essere eseguito anche prima se si pensa di essere a rischio di malattie cardiovascolari.

L’analisi di laboratorio per verificare i livelli di colesterolemia totale consiste in un prelievo di sangue da eseguire a digiuno da almeno 12 ore. Per avere una misurazione corretta del colesterolo è anche necessario attendere almeno sei settimane dopo qualsiasi malattia. Un basso contenuto di colesterolo è spesso riscontrato nei casi di malnutrizione, di malattie del fegato o di tumori.

Nelle donne il colesterolo aumenta durante la gravidanza e occorre quindi attendere almeno sei settimane dopo il parto per sottoporsi all’analisi di laboratorio.

I risultati delle analisi devono essere visti e interpretati dal medico che, in base alle condizioni generali di salute, e al livello degli altri fattori di rischio, indicherà se sia sufficiente ricorrere a una sana alimentazione e ad un’attività fisica regolare, o se sia necessario assumere farmaci per abbassare la colesterolemia.