Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care
La cellulite si combatte a tavola!
Pubblicato il: 22 giugno

La cellulite si combatte a tavola!

La cellulite è l'inestetismo più diffuso tra le donne e colpisce a prescindere dall’età, dal peso e dalle proprie abitudini. Non esistono creme miracolose che rimuovono la cellulite, così come l’alimentazione, da sola, non basta a farla scomparire ma può attenuarla, se non addirittura eliminarla, se viene accompagnata da molta attività fisica e da trattamenti estetici mirati.

Perché 8 donne su 10 hanno la cellulite? La pelle “a buccia d'arancia" o cellulite, è un alterazione circolatoria del tessuto adiposo sottocutaneo, dovuta a fattori genetici, alimentari e ormonali. Non si tratta di una patologia da curare, anche se in alcuni casi, come quello di una comparsa prematura, può essere sintomo di una cattiva circolazione sanguigna. I soggetti dal fisico ginoide (a pera) sono per natura più predisposti, in cui le zone più colpite sono fianchi, gambe e sedere. Ne soffrono soprattutto le donne perché esse hanno circa il doppio del tessuto adiposo che hanno gli uomini.

Alcune donne vivono il problema della cellulite come un ostacolo alla propria vita sociale, impedendo loro di indossare alcuni vestiti o di non sentirsi serene in spiaggia. Se si è pronte a dichiarare guerra alla buccia d’arancia bisogna partire da quello che si mangia: è importante sapere che il sale, e in particolare lo iodio, sono i più grandi alleati della cellulite, in grado di accentuare la ritenzione idrica; il consumo di sale deve diminuire drasticamente, eliminando sia i cibi tropo salati che il sale che utilizziamo per condire gli alimenti; in questo caso, possiamo sostituirlo con aceto di mele, un detossinante che agisce soprattutto sul giro vita.

La cellulite può portare anche dolore e gonfiore alle gambe poiché infiamma i tessuti colpiti; bisogna, quindi, seguire una dieta "antinfiammatoria" ed eliminare gli alimenti ricchi di acidi come pomodori, peperoni, formaggi grassi, carne rossa, burro, snack salati, insaccati, bevande gassate, superalcolici e grassi raffinati come pasta, pane e prodotti da forno e favorire i cibi ricchi di omega 3 come il pesce azzurro e la frutta secca che producono sostanze antinfiammatorie, e gli alimenti ricchi di fibre, magnesio e potassio che favoriscono il mantenimento del ph sanguigno.

Avanti tutta anche con pesce e uova: il pesce è ricco di grassi polinsaturi (soprattutto salmone e sgombro) che, al contrario di quelli presenti nella carne o nel formaggio, fanno bene all'organismo e funzionano da antinfiammatori, mentre le uova, sebbene non siano l'ideale per il colesterolo, sono ricche di vitamine e proteine dall'azione detox .

La frutta e la verdura devono essere componenti essenziali della nostra dieta ogni giorno, sia ne pasti centrali che negli spuntini: la barbabietola contiene licopene che stimola la circolazione; cetrioli, sedano, cavolfiori, carciofi, asparagi e finocchio sono ottimi per eliminare le tossine dal corpo e hanno poche calorie così come i germogli di soia che contengono vitamina A, B, C, D e K, magnesio, zinco, acido folico e ferro che aiutano il funzionamento del fegato e stimolano la circolazione del sangue; i broccoli sono un mix di sali minerali e vitamine come le altre verdure ma in più hanno l'acido alfa lipoico che impedisce al collagene di indurirsi o rilassarsi mentre gli spinaci, ricchi di vitamina A e ferro, aiutano ad aumentare la produzione di nuovo collagene in modo da non diminuire la tonicità del tono muscolare, spesso causa della cellulite.
 
Anche la frutta è fondamentale per ristabilire l'equilibrio circolatorio e, di conseguenza, sbloccare il ristagno dei liquidi, in particolar modo quelli ricchi di acido ascorbico come anas, kiwi, mirtillo, fragole ciliege, prugne, albicocche, anguria, pompelmo, mele e frutti di bosco che proteggono i capillari sanguigni. Spezie come la curcuma e il peperoncino di cayenne, danno una scossa al metabolismo e alla cattiva circolazione, oltre ad essere un ottimo sostituto del sale.

L'idratazione è una delle più semplici ed efficaci strategie per combattere il ristagno dei liquidi e per questo è necessario bere almeno 2 litri d’acqua al giorno. Si possono integrare anche te verde e tisane a base di fucus, tarassaco e ortica, quest’ultimo pare sia il più potente antiossidante e diuretico che ci sia.

Ovviamente l'alimentazione da sola non basta, è impensabile poter sconfiggere la cellulite semplicemente cambiando qualche piccola abitudine. L’obiettivo non è seguire una dieta per un periodo di tempo limitato, ma fare in modo che la nostra nuova alimentazione diventi il nostro stile di vita per tutta la vita, ovviamente accompagnata da un intensa attività fisica e in molti casi da sedute di massaggi drenanti che possono apportare grandi benefici destinati, se associati a dieta e sport. 

Tag cellulite, dieta