Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care
Otite nei bambini: quanto dura e cosa fare
Pubblicato il: 29 settembre

Otite nei bambini: quanto dura e cosa fare

Si tratta di un’infiammazione dell’orecchio, la cui tipologia si diagnostica in base alla zona in cui si presenta:

  • Otite media: di matrice batterica o virale, colpisce soprattutto i bambini e ne è la forma più acuta, dato che la tromba di Eustachio, il condotto che collega l’orecchio alla faringe, è più corto nei bambini e consente a virus e batteri di annidarsi più facilmente.
  • Otite esterna: si presenta specialmente in estate a causa dei germi e dei funghi presenti nelle piscine e nel mare che provocano l’infezione o a causa di una scarsa igiene.

Da cosa è provocata

Nella stragrande maggioranza dei casi, l'otite nei bambini è conseguenza di un raffreddore o di malattie influenzali, ed è il risultato di infezioni batteriche o, in casi più rari, virali.

Tra le altre cause più frequenti di otite possiamo trovare:

  • Malattie cutanee come l’eczema e la psoriasi.
  • Infezioni delle alte vie respiratorie che possono causare un restringimento della tuba di Eustachio (o alla chiusura di quest’ultima) e quindi un accumularsi delle secrezioni dell’orecchio corroborando l’azione di batteri, virus e funghi.
  • Modifiche o alterazioni della funzionalità della tuba e quindi un sistema ciliare compromesso che non riesce più a eliminare le secrezioni prodotte dal condotto uditivo, portando al loro accumulamento.
  • La scarsa igiene.

Come trattarla

La terapia volta alla cura dell'otite nei bambini cambia a seconda di diversi fattori, come il tipo d'infezione che ha portato al disturbo, l'età del bambino, la gravità e le eventuali conseguenze che ne possono derivare (es.: perforazione del timpano, riduzione dell’udito).

Gran parte delle otiti si risolve spontaneamente, specialmente quando è provocata da infezioni virali, o con le terapie mediche prescritte.

È importante sapere che le terapie indicate dall’otorinolaringoiatra vanno seguite sempre fino alla fine anche se i disturbi vanno via prima, al fine di scongiurare ricadute o persistenza dell’infiammazione.

I farmaci per la cura di questo disturbo sono dei più disparati: si va dagli antibiotici (se la causa è batterica) agli antinfiammatori per curare dolore e gonfiore, ai decongestionanti nasali se la si associa a un raffreddore, fino ad arrivare agli antistaminici nel caso sia correlata ad allergie.

Se la causa scatenante l'otite nei bambini risiede in un'infezione batterica, il pediatra istituirà un'adeguata terapia antibiotica: sarà possibile somministrare i medicinali sia per via orale (sotto forma di sciroppi, sospensioni o gocce orali), sia per via auricolare (sotto forma di gocce auricolari).

 

Se hai qualche dubbio oppure vuoi semplicemente approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.