Psoriasi in estate, come trattarla.

Data di creazione: 2018-07-06 Visite: 1329

L’arrivo dell’estate può rappresentare un’arma a doppio taglio per chi soffre di psoriasi: da un lato, il clima, i raggi solari, il sale e l’acqua di mare hanno un effetto benefico sulle lesioni cutanee tipiche di questa malattia, dall’altro scoprire la pelle può essere fonte di disagio e imbarazzo per la presenza degli inestetismi.

Scopriamo insieme come trattare al meglio la psoriasi durante i medi più caldi. La psoriasi è una patologia cronica della pelle, non contagiosa e di origine infiammatoria.

Si presenta con chiazze cutanee molto desquamate, bianche oppure rosse, di varia grandezza e forma, in particolare su gomiti, ginocchia e cuoio capelluto.
I sintomi possono apparire a qualsiasi età, più probabilmente all'inizio dell'età adulta o in età più avanzata, intorno ai 50anni.

Nella maggioranza dei casi, la psoriasi tende a seguire un andamento ciclico, caratterizzato da:
Esacerbazioni, ossia le fasi acute,in cui i sintomi sono severi.
Fasi di remissione, quando le manifestazioni sono leggere oppure inesistenti.

Sebbene,ad oggi, non esista ancora una cura definitiva per questa patologia, può essere tenuta sotto controllo, con creme o gel a livello topico (derivati della vitamina D o A), oppure in caso di condizioni più serie, usando la ciclosporina o acitretina, per bocca. Specialmente in estate, quando il sole e il clima caldo-umido aiutano a mantenere la pelle morbida, si riscontra un miglioramento significativo dell’aspetto delle lesioni.
D’altro canto, però, gli sbalzi di temperatura, l’aria condizionata e il cloro delle piscine, possono scatenare il rilascio di sostanze infiammatorie sulla cute, favorendo secchezza e prurito, responsabili delle recidive della malattia.

Ecco alcuni consigli per ridurre al minimo i disagi dovuto alla psoriasi nella stagione calda:
1. Per beneficiare degli effetti positivi del sole sulle lesioni, bisognerà esporsi in maniera graduale e con una protezione adeguata, la cui applicazione deve essere ripetuta ogni due ore. Ustioni e scottature possono riattivare la psoriasi e generare nuove placche, meglio quindi, evitare le irradiazioni nelle ore più calda della giornata.
2. Non interrompere le terapie. Prima di prendere il sole, consultare il proprio dermatologo, dal momento che,alcuni farmaci possono essere fotosensibilizzanti, ossia aver reazioni avverse ai raggi solari.
3. Durante l’estate si tende a lavarsi più frequentemente, utilizzare detergenti neutri e delicati. Idratare bene la pelle dopo ogni doccia o bagno.
4. Scegliere abiti comodi e in fibra naturale, che agevolano la traspirazione, il sudore accumulato, infatti,se eccessivo può peggiorare la psoriasi. Evitare anche indumenti stretti o che sfregano la pelle.
5. Sì, alla depilazione, a patto di utilizzare il rasoio con delicatezza. Meglio evitare cerette, sia a caldo sia a freddo, epilatori, pinzette e creme depilatorie.
6. In caso di punture di insetti o di contatto con piante irritanti, alghe o meduse è consigliabile l’uso di rimedi comuni, creme, lozioni o oli idonei, ma è assolutamente vietato grattare l’area lesionata.
7. Praticare sport all’aria aperta è un toccasana contro la psoriasi poiché allevia lo stress e rafforza il sistema immunitario.

Se necessiti di ulteriori informazioni su come trattare la psoriasi in estate, contattaci… lo staff della Farmacia Loreto è a tua disposizione!