Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care
Scopri perchè la frutta secca è il must dell'inverno!
Pubblicato il: 01 dicembre

Scopri perchè la frutta secca è il must dell'inverno!

La frutta secca è un alimento energetico e digeribile, che comprende una grande varietà di frutta che viene essiccata per essere conservata più a lungo ed il processo di essiccazione comporta una maggiore concentrazione di zuccheri che la rende altamente nutriente. 

Questa categoria di frutta comprende la frutta secca glucidica come fichi, datteri, mele, banane, albicocche, ecc., ossia frutta disidratata o candita contenente un'alta quantità di zuccheri (più del 90%) ma con un basso contenuto di lipidi, e la frutta secca lipidica (noci, nocciole, mandorle, pistacchi, arachidi, ecc.) ovvero frutta, semi o legumi essiccati e tostati dall'elevato contenuto lipidico, un discreto livello proteico ma con pochi zuccheri. 

La frutta secca contiene numerose proprietà alimentari come: gli acidi grassi, della serie omega 3 e omega 6, che agiscono sul metabolismo del colesterolo; fibra alimentare, con azione antiossidante; proteine vegetali, in particolare ferro, rame e zinco; vitamina E, potassio, magnesio, calcio, fosforo, acido folico e fitosteroli, che riducono l'assorbimento intestinale del colesterolo. Inoltre la frutta secca, con o senza guscio, non contiene glutine quindi può essere consumata anche dai celiaci.

Quando è consigliato mangiare la frutta secca?

  • In caso di stitichezza: questo tipo di frutta possiede proprietà lassative conferite dall'alta quantità di fibra che favorisce il transito intestinale.
  • In caso di colesterolo alto: la frutta secca a guscio ha proprietà utili per abbassare il livello di colesterolo cattivo nel sangue in favore del colesterolo buono HdL riducendo, così, anche il rischio di arteriosclerosi ed evitano l'accumulo di trigliceridi, con effetti positivi anche sul fegato. 
  • Durante l'allattamento: oltre a sfruttare l'effetto lassativo durante la gravidanza per contrastare la stitichezza che spesso colpisce questo delicato periodo, la frutta secca è molto importante in fase di allattamento, poiché è ricca di sali minerali e calcio. La più indicata è la frutta secca glucidica, il cui contenuto di zuccheri è utile per la formazione del latte materno, mentre quella lipidica è da evitare perché può avere ripercussioni sull'apparato gastroenterico del neonato, favorendo la comparsa delle fastidiose "colichette".
  • Per gli sportivi: la frutta secca essiccata è un ottima fonte di energia per affrontare uno sforzo fisico, grazie alla grande quantità di zuccheri, mentre la frutta a guscio è ottima soprattutto in fase di recupero, per la presenza abbondante di acidi grassi che aiutano nella costruzione dei tessuti organici. La combinazione della frutta secca con proteine o con fibre garantisce, inoltre, un elevato senso di sazietà.
  • Per rinforzare i capelli: la frutta secca è ricca di zinco. Questo minerale favorisce la sintesi di androgeni coinvolti nella crescita nella induzione del capello, favorendone la ricrescita.

Perchè non bisogna eccedere: 

Date le sue proprietà lassative, la frutta secca non è indicata a chi soffre di colon irritabile, diarrea e aerofagia. Quella oleosa, ovvero quella a guscio, va evitata dopo i pasti, specialmente per chi soffre di gastrite.
Questa frutta è sicuramente salutare ma al tempo stesso è ipocalorica; quindi, se si sta seguendo una dieta alimentare per la perdita di peso, va consumata in porzioni limitate, ovvero non più di 30gr giornalieri per quella oleosa e 40-50gr per quella glucidica (100-150 kcal circa), da consumare preferibilmente la mattina.