Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care
Come far prendere il ciuccio ai bambini?
Pubblicato il: 22 dicembre

Come far prendere il ciuccio ai bambini?

In questo caso è possibile rimediare in altri modi, ma alcuni genitori lamentano non poche difficoltà nel convincere i bambini ad abituarsi al ciuccio, mentre altri si domandano se c’è una ben definita età in cui dare il ciuccio.

In questo articolo, quindi, andiamo ad analizzare insieme alcuni trucchi per far tenere il ciuccio il più a lungo possibile e vivere più serenamente diversi momenti della giornata.

A che età dare il ciuccio?

La prima cosa da considerare è che ogni bambino ha differenti esigenze e necessità.

In linea di massima si può dire che è possibile dare il ciuccio anche ai neonati: in commercio si trovano, infatti, molti modelli per i più piccoli, che presentano alcune caratteristiche ben definite, come la forma della tettarella: i ciucci per i neonati presentano infatti una forma detta “a ciliegina”, che riproduce il capezzolo materno.

Se dato correttamente, fino ai 2 anni, il ciuccio non crea problemi durante il periodo della dentizione. Un utilizzo prolungato oltre l’età consigliata potrebbe invece portare con il tempo a disturbi di malocclusione.

Quale ciuccio?

Il consiglio è sempre quello di provare diversi materiali e forme e permettere al piccolo di scegliere quello che più fa per lui: sarà abbastanza chiaro quando non gli piacerà, probabilmente continuerà a piangere e tenderà a rifiutare il ciuccio anche se ancora ha bisogno di sopperire alla sua voglia di suzione.

Il momento migliore? Poco prima del sonnellino

Una delle tecniche molto efficaci per farlo abituare al ciuccio è darglielo quando è stanco: infatti, il piccolo, anche dopo aver mangiato, se stanco, avrà voglia di succhiare un altro po’ per rilassarsi e prenderà volentieri il ciuccio.

L’importante è farlo con delicatezza, magari quando inizia a sbadigliare, e con la giusta angolazione onde evitare di traumatizzarlo con un inserimento superficiale, che porterà poi il piccolo a vivere male il momento e a inficiare tutto il vostro lavoro.

Pazienza: la virtù dei buoni genitori

Quindi, in sostanza, forzare il vostro piccolo a prendere il ciuccio con veemenza, sicuramente non darà i risultati sperati ma, anzi, lo porterà a piangere di più.

Portate sempre la giusta dose di pazienza e, quando i metodi sopracitati non funzionano, tenete il ciccio in posizione con la mano, cercando di essere il più delicati possibile.

Prodotti utili

Alimento di origine vegetale per lattanti, con sciroppo di manioca, sciroppo di mele, fruttolisato di mirtillo e sciroppo di riso, che invoglia con il suo gusto gradevole il bimbo ad usare il ciuccio.

Offre, inoltre, un valido aiuto per attaccare il bambino al seno materno, alleviare i fastidi gengivali, aiutare la mamma nella fase di addormentamento; per tutte le occasioni in cui è necessario somministrare sostanze sgradevoli e per i lunghi viaggi in auto.

Un simpatico peluche che permette di tenere il ciuccio del piccolo pulito e sempre a portata di mano. Intrattiene, tranquillizza e coccola il bambino ed è compatibile con la maggior parte dei ciucci, ha un sistema sicuro di aggancio alla codina ed è dotato di una pratica taschina portaciuccio. In più è semplice da pulire, perchè è possibile lavarlo in lavatrice.

Disponibile in versione dolce orso e buffo coniglio.

 

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.