Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care
Dove si trova la Vitamina del Buonumore?
Pubblicato il: 23 marzo

Dove si trova la Vitamina del Buonumore?

Il cibo non non è solo il motore del nostro corpo, ma anche un carburante necessario per la nostra mente e per il nostro benessere psico-fisico; alcuni alimenti possono migliorare il nostro umore, come affermano da anni gli scienziati che trovano un riscontro positivo nel cosiddetto "mood food", il cibo del buonumore. 

Tra questi alimenti troviamo tutti quelli che contengono la vitamina B: le vitamine del gruppo B contribuiscono ad un corretto funzionamento del fegato e del sistema nervoso, ma soprattutto stimolano la produzione di serotonina.
La serotonina è un neurotrasmettitore che regola l'umore, il sonno, l'appetito, l'apprendimento e la memoria ed è stimolata dal consumo di alcuni alimenti contenenti  vitamina in questione.

Oltre che come stimolatore gli ormoni steroidei, la vitamina B, consumata quotidianamente, aiuta a ridurre il colesterolo totale sierico e i trigliceridi, migliorando il benessere generale di tutti quei soggetti che lamentano stanchezza fisica, dolori muscolari, poco appetito e cattiva digestione. Inoltre, la vitamina B rafforza il cuoio capelluto, accelera il metabolismo e contrasta l'invecchiamento delle funzioni cognitive, stimolando la capacità di memoria tanto da essere considerata un fattore amico nella prevenzione dell' Alzheimer.

Quando non assumiamo abbastanza vitamina B, il nostro corpo reagisce con una serie di sintomi che devono metterci in allarme, come la perdita del sonno, la stitichezza, secchezza della pelle, stress, ipertensione, acne, cefalea, nervosismo, spossatezza, affaticamento, difficoltà di concentrazione.

Se notiamo la presenza di almeno tre dei sintomi sopra citati, potemmo trovarci in una situazione di carenza da vitamina B, che può essere facilmente introdotta attraverso alimenti ricchi di questo nutriente, eccone alcuni:

  • Lievito di birra;
  • Derivati del latte;
  • Fegato e carne di maiale; 
  • Riso integrale;
  • Legumi e soia;
  • Frutta secca;
  • Tuorlo d'uovo;
  • Tonno;
  • Salmone;
  • Ortaggi verdi;
  • Banane e prugne;
  • Patate.

Se ci capita spesso di assistere a sbalzi d'umore improvvisi è perché, probabilmente, consumiamo troppi cibi che non aiutano il nostro equilibro psichico e che dovremmo eliminare per un po' dalla nostra dieta, come ad esempio: i cibi ricchi di zuccheri semplici come i dolci confezionati che provocano dei picchi e dei cali improvvisi di insulina, i cibi ricchi di grassi a causa della loro lenta digestione e del conseguente senso di stanchezza fisica, gli alcolici, i prodotti da forno industriali, le bibite gassate, i cibi impanati, quelli fritti, le patatine fritte.