Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care
Mal di testa: forse una spia dell'ipotiroidismo
Pubblicato il: 17 gennaio

Mal di testa: forse una spia dell'ipotiroidismo

L'ipotiroidismo è una patologia causata da un'insufficienza della tiroide, la quale non è in grado di sintetizzare una quantità di ormoni tiroidei adeguata al fabbisogno dell'organismo e ciò determina una riduzione di tutti i processi metabolici.
La sindrome può essere determinata dall'assenza congenita della tiroide o dal suo sviluppo incompleto, dalle alterazioni anatomiche, per la sua asportazione chirurgica, per l'assunzione di farmaci antitiroidei o di iodio radioattivo. 

I sintomi dell'ipotiroidismo possono essere molto diversi tra di loro ma sono tutti collegati ad un rallentamento generale dei processi fisiologici; tra i sintomi più comuni troviamo:

  • secchezza e fragilità dei capelli;
  • stanchezza e difficoltà di memoria;
  • ispessimento della lingua e lentezza nel parlare;
  • minore sudorazione;
  • sensazione di freddo e brividi;
  • ipotensione;
  • aumento di peso;
  • stipsi;
  • pelle ruvida, secca e giallastra;
  • debolezza muscolare;
  • nelle donne si possono riscontrare anche alterazioni del ciclo mestruale.

Uno studio effettuato dal team della University of Cincinnati College of Medicine ha riscontrato che i soggetti che soffrono di frequenti mal di testa hanno il 21% di possibilità in più di diventare ipotiroidei, rischio che sale al 41% se si tratta di emicrania. La cefalea non viene solitamente annoverata tra i sintomi dell'ipotiroidismo che invece è legata spesso a patologie autoimmuni. 
Questa correlazione si caratterizza per la diminuita e insufficiente produzione degli ormoni tiroidei, inoltre le cefalee attivano il sistema immunitario che può, a sua volta, predisporre a un futuro sviluppo dell'ipotiroidismo; ciò fa pensare che le persone con emicrania siano più sensibili a questa patologia.

Cura e prevenzione:
L'ipotiroidismo è una patologia irreversibile: vuol dire che la tiroide non potrà più riprendere a funzionare regolarmente da sola e che la terapia dovrà sostituire gli ormoni che la tiroide non è più in grado di produrre. 
La terapia dell'ipotiroidismo si basa sul recupero e sul corretto mantenimento della funzionalità tiroidea attraverso la somministrazione di tiroxina per via orale. È consigliata, inoltre, una modificazione dietetica per evitare la costipazione. Per prevenire le patologie della tiroide è necessario integrare il consumo di sale iodato e selenio nella dieta alimentare di tutti i giorni.