Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care
Reflusso gastrico e riposo, 5 consigli utili
Pubblicato il: 07 giugno

Reflusso gastrico e riposo, 5 consigli utili

Quali sono i sintomi del reflusso gastrico?

I sintomi sono, solitamente, bruciore al petto e allo stomaco, in genere più acuto di notte.

Il bruciore di stomaco durante la notte oppure al risveglio, è un sintomo abbastanza comune di reflusso gastrico.

Rialzare il materasso

Una prima soluzione può essere quella di sollevare la testiera del letto di almeno 15 centimetri, rendendo più difficile la risalita degli acidi lungo l’esofago. In alcuni casi si solleva la parte alta del corpo con un doppio cuscino, anche se spesso questa soluzione influisce solo sulla testa e non sulla parte alta del busto e, nel tempo, può causare problemi alla cervicale.

Dormire sul fianco

Dormire sul fianco, nello specifico su quello sinistro, mantiene lo sfintere presente tra esofago e stomaco al di sopra del livello dell’acido gastrico, limitando il reflusso gastrico.

Camminare dopo cena

Una passeggiata dopo cena può darci il giusto supporto per digerire meglio e stimolare la circolazione sanguigna. Ciò non significa che bisogna praticare attività fisica, ma giusto un po’ di moto che diminuirà le probabilità di avere acidità di stomaco durante la notte.

Il chewingum dopo cena

Masticare un chewingum dopo cena, in alcuni casi, può aiutare a limitare l’acidità di stomaco, anche se non può assolutamente essere presa come abitudine o come soluzione definitiva al problema di reflusso gastrico.

Sollevare i talloni prima di andare a letto

C’è un esercizio che viene praticato per trattare l'ernia iatale (tra le cause del reflusso) e che può essere eseguito anche per alleviare il reflusso gastrico, in quanto consente di riallineare lo stomaco e il diaframma.

Bisogna iniziare bevendo 180-240 ml di acqua tiepida, per poi alzarsi sulle punte dei piedi e stendere le braccia lungo i fianchi, piegarle fino ai gomiti e portare al petto entrambe le mani. Restare sulle punte dei piedi, tenendo sollevati i talloni, quindi riportarli a terra. Ripetere l'esercizio dieci volte. Dopo la decima volta, tenere le braccia alzate ed effettuare respiri brevi e veloci per 15 secondi.

Se hai domande e vuoi approfondire l’argomento, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti è sempre pronto a rispondere alle tue esigenze.