Soffri di tallonite? Cause e rimedi

Data di creazione: 2021-01-29 Visite: 778
Tallonite

La tallonite è una patologia infiammatoria, dolorosa, che affligge la parte posteriore del piede, nell’area del calcagno. Si presenta con dolore di tipo acuto e trafittivo, caratteristico dell’infiammazione.

Alla base del dolore calcaneare possono trovarsi alcune patologie di tipo traumatico, metabolico e neurologico e anche alcune congenite che possono interessare le parti molli (borsiti, tendiniti, fasciti) o quelle ossee (fratture da stress, spina calcaneare, artrosi astragalo calcaneare).

Cause della tallonite

La tallonite può essere dovuta anche a mere alterazioni posturali che possono modificare l'assetto podalico e la distribuzione del peso corporeo su questa parte del corpo, portando alla comparsa di tallodinie.

È possibile che alla base del disturbo vi siano anche altre cause meccaniche come un piede cavo costituzionale e una cattiva deambulazione, ossia un mal funzionamento del piede in flessione verso l’esterno e l’interno.

Nei casi degli sportivi, le continue sollecitazioni e i piccoli traumi subiti dal piede predispongono alla comparsa del disturbo, che è infatti molto frequente in soggetti che praticano sport che portano i piedi a subire intensi e ripetuti stress conseguenti all’impatto con il suolo.

Altre cause scatenanti possono essere:

  • Calzature non idonee alla conformità della pianta del piede
  • Malattie metaboliche e reumatiche
  • Obesità e sovrappeso
  • Tendinopatia inserzionale
  • Reumatismi o artrosi

Rimedi

Per lenire il dolore è possibile applicare qualche goccia di olio essenziale dal forte potere antinfiammatorio, con un leggero massaggio nella regione interessata. Per corroborarne l’effetto antinfiammatorio, si possono assumere integratori di omega 3 ed estratti di ribes nero.

L’applicazione del ghiaccio alla comparsa del dolore, è da sempre un grande supporto nel contrastare l’infiammazione e il dolore al tallone. Quando il fastidio è leggero spesso può bastare assumere antidolorifici a base di paracetamolo, ibuprofene o ketoprofene, mentre quando il dolore è acuto è meglio assumere antinfiammatori non steroidei, come il diclofenac.

Quando tali rimedi non funzionano, sarà necessario rivolgersi a un medico ortopedico ed eseguire un esame radiografico e posturale.

È importantissimo, per la propria salute, non sottovalutare mai il problema, correndo il rischio di cronicizzare l'infiammazione, oltre che generare danni a colonna vertebrale, bacino e ginocchia in seguito all’assunzione di una cattiva postura dovuta al piede dolente.

 

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Tags: