Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care
Infezioni vaginali: come riconoscerle e come curarle
Pubblicato il: 11 giugno

Infezioni vaginali: come riconoscerle e come curarle

I sintomi possono variare di molto a seconda della causa scatenante, anche se, generalmente, le donne colpite da questi tipi di disturbi possono avvertire dispareunia (dolore all'atto della penetrazione), dolore durante la minzione, infiammazione vaginale, bruciori intimo esterno o interno, vulva arrossata secrezioni vaginali.

Come si fa a capire se si ha un'infezione vaginale?

La candida femminile è la più nota, e si tratta di un'infezione fungina che affligge le mucose vaginali, causa prurito intimo e infiammazione, ed è riconoscibile per le sue note chiazze bianche. Il fungo che la provoca è il candida albicans, che può proliferare nelle mucose vaginali grazie all'ambiente umido, portando spesso a perdite maleodoranti, prurito intimo e arrossamento. Può infettare anche l'uomo, nel quale viene definita candida maschile.

La vaginosi batterica, in generale, è una vaginite conseguente a una alterazione della flora vaginale in cui i lactobacilli si riducono contestualmente a un aumento degli anaerobi. I sintomi comprendono secrezioni vaginali grigiastre, sottili e maleodoranti. La diagnosi viene effettuate e confermata dall'esame delle secrezioni vaginali.

La Gardnerella vaginalis, invece, è il nome di un batterio presente in circa il 30% della popolazione femminile sana, che lo ospita nella propria vagina senza sintomi particolari. Quando si palesa una vaginosi batterica, ha luogo una riduzione della popolazione di lattobacilli a favore di microrganismi anaerobi, tra i quali figura appunto Gardnerella.Tale patologia, quando sintomatica, si caratterizza per una comparsa di abbondanti secrezioni bianco-grigiastre e spiccatamente maleodoranti, accompagnati da irritazione intima.

Cosa fare se si ha un'infezione vaginale?

È sempre importante, anche in situazioni di completa salute, consentire una buona traspirazione all’altezza delle parti intime, partendo dall'utilizzo di biancheria di cotone, al fine di evitare di creare un ambiente umido che supporta la proliferazione di funghi e batteri.

In più, contestualmente alla terapia, vanno osservate delle buone pratiche, valide anche per quando si è in salute:

  • Utilizzare indumenti comodi, non eccessivamente aderenti;
  • non tenere troppo addosso il costume quando è bagnato;
  • evitare rapporti sessuali non protetti;
  • stare attenti alla pulizia delle superfici dove si hanno rapporti sessuali;
  • in caso di mestruazioni preferire assorbenti di cotone;
  • non utilizzare detergenti aggressivi o troppo profumati per lavare la biancheria.

Un'alimentazione dedicata può anch'essa coadiuvare la cura e, ancor meglio,essere utile come prevenzione: lo yogurt è molto benefico, dato che con i suoi fermenti lattici vivi supporta la flora a combattere l'azione dei batteri. Parallelamente, sempre in via preventiva, pesce, uova, carni magre, olio d'oliva e riso integrale sono alimenti utili per ridurre il rischio di vaginosi da candida.

I prodotti utili

Il consiglio è sempre quello di effettuare una visita dal ginecologo per diagnosticare con certezza il disturbo e per ricevere indicazioni riguardanti al terapia migliore da adottare.

Spesso vengono indicati degli ovuli vaginali capaci di lenire, proteggere e riequilibrare la flora batterica, garantendo la naturale protezione contro le potenziali aggressioni interne ed esterne. Questi ovuli sono utili per scongiurare gli stati di indebolimento della flora vaginale e per curare le vaginiti.

Ma vediamo insieme i prodotti migliori contro le infezioni vaginali.

Kandimol

Integratore alimentare che, grazie ai suoi componenti, può essere utilizzato come coadiuvante nelle terapie farmacologiche volte al trattamento della candida vaginale e per combatterela proliferazione dei miceti nell’intestino (che funge da serbatoio per la candida).

Candidal

Integratore alimentare con semi di Pompelmo, Lattoferrina e Biotina. Può essere assunto in via preventiva, per stimolare le naturali difese, oppure in presenza di Candida. I Semi di Pompelmo sono efficaci nelle problematiche afferenti a micosi, batteri e virus e supportano in modo naturale la flora batterica intestinale.

Candifit

Crema intima ad attività antimicotica ed antibatterica. A base di TeaTree Oil, utilizzato per combattere le infezioni batteriche e fungine, Argento Colloidale, Aloe e Bambù.

Dona una protezione efficace e duratura contro le infezioni intime, efficace anche per le pelli più sensibili e delicate. Utile anche in casi di bruciore, tensione e secchezza dovuti a irritazione e/o arrossamento. È spesso utilizzato anche durante la terapia delle affezioni della mucosa cervico-vaginale.

Se vuoi approfondire l'argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.