Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care
Colpo di sole nei bambini: i nostri consigli
Pubblicato il: 08 luglio

Colpo di sole nei bambini: i nostri consigli

Il colpo di sole nei bambini può essere pericoloso per il loro benessere generale ed è bene prevenirlo seguendo delle semplici e buone pratiche.

Il corpo umano utilizza degli specifici sistemi di termoregolazione per tenere costante la temperatura a prescindere dalla temperatura esterna: quando fa freddo si hanno i brividi e ci si muove per produrre calore, quando fa caldo si disperde calore attraverso il sudore. Nei più piccoli, tali sistemi non riescono a funzionare allo stesso modo degli adulti, specialmente in condizioni estreme, ragion per la quale si possono verificare più facilmente episodi come un’insolazione o un colpo di calore.

Cause del colpo di sole

Il colpo di sole causa un aumento della temperatura corporea come conseguenza della forte irradiazione solare e, generalmente, della mancata applicazione della protezione: infatti, spesso si presenta insieme a eritema solare e scottature. È possibile che i nostri piccoli, ma anche i più grandi, vadano incontro a tale evento anche in montagna, dove le temperature sono più basse ma il sole è comunque molto forte.

È importante prendersi cura sempre della corretta idratazione interna dei più piccoli dato che, oltre al sole diretto, è possibile subire un colpo di sole anche quando il corpo è scarsamente idratato e, a causa della sudorazione, perde molti più liquidi di quanti ne assume, subendo un’alterazione dell’equilibrio di sali minerali e zuccheri.

Sintomi

I sintomi dell'insolazione sono conseguenti a una protratta esposizione diretta ai raggi solari e alle loro radiazioni e, in alcuni casi, possono rassomigliare a quelli dell’influenza estiva. Si palesano, infatti, i segni della scottatura solare oltre a:

  • Sensazione di malessere generale, spossatezza a volte accompagnata da nausea, vertigini e stato di confusione insieme a pianto.
  • Eritema intenso, con formazione di bolle o, nei casi più gravi, eruzioni pruriginose.
  • Occhi arrossati e lacrimazione abbondante.
  • Cute calda e umida.
  • Febbre alta persistente che nei casi più gravi supera i 40 °C.

Prevenzione

Il colpo di sole nei bambini va prevenuto proprio perché, come anticipato, essi hanno un sistema di regolazione della temperatura meno efficiente e sono, pertanto, i più esposti a tale disturbo. La prevenzione è essenziale quando fa troppo caldo per evitare le gravi conseguenze, che possono affliggere anche organi importanti come il cervello, il cuore, i reni e i muscoli.

Per prevenire il colpo di sole è bene far bere ai nostri piccoli tanta acqua durante tutta la giornata, accostandovi una costante assunzione di frutta e verdura (che contengono acqua e sali minerali). È molto importante anche lasciarli al sole eclusivamente nelle prime ore del mattino o della sera, evitando le ore più calde della giornata (dalle 11 alle 15), tenendoli all’ombra o facendo loro indossare protezioni fisiche come gli indumenti di cotone traspiranti, oltre a rinnovare spesso la protezione solare, che è bene sia sempre molto alta.

Come rimediare

Quando si prensenta una insolazione nei bambini il primo soccorso è essenziale che sia repentino: mettiamo il piccolo al riparo in un luogo fresco e ventilato, all’ombra, lo si ditende con la pancia verso l’alto, alzando le gambe e assicurandosi che gli indumenti non contribuiscano all’aumento della temperatura corporea, spogliandolo se necessario. In presenza di sintomi gravi è consigliabile consultare un medico.

Si possono poi adoperare degli impacchi di acqua fredda, tamponando la fronte, per poi passare ai olsi, alle gambe e alla braccia fino a quando il piccolo non si riprende e, subito dopo, fargli bere molta acqua. Tra i rimedi per l'insolazione c’è sicuramente la reintegrazione dei sali minerali, grazie a succhi, estratti e centrifugati a base di frutta e ortaggi, mentre sono da evitare gli zuccheri semplici presenti nei prodotti confezionati.

Per far passare la febbre bisogna sempre facilitare la dispersione termica inumidendo leggermente il capo, in corrispondenza della nuca, e le braccia con un panno umido. Ricordiamo che si fa ricorso ai medicinali solo dopo aver consultato un medico e se la febbre resta molto alta.

Prodotti correlati

Delice Solaire Uva 50+ Bambini

Protezione Molto Alta in latte solare dotato di un sistema di filtri solari UVA/UVB efficace nel prevenire le scottature e a proteggere la cute dai colpi di sole.

Bioderma Photoderm Kid Latte Spf50+

Latte con protezione solare molto elevata che stimola biologicamente le difese naturali della pelle sensibile del bambino.

Anthelios Uvmune 400 Spf50+ La Roche Posay

Crema solare idratante ad altissima protezione e dotata di un nuovo filtro che rinforza la protezione contro i raggi UV. È ultra resistente all'acqua, al sudore e alla sabbia, e protegge efficacemente la cute, anche quando sensibile e reattiva.

Leocrema Solare Baby

Latte solare dotato di Spf50+ e formulato con bacche di Goji che lo rendono delicato su viso e corpo, ideale per i più piccoli.

Se vuoi approfondire l’argomento o hai qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.