Cashback Mondiale, con un ordine di 59,90€ ricevi un credito di 5€

Customer care
Come scegliere il detergente intimo: tutto quello che devi sapere
Pubblicato il: 16 settembre

Come scegliere il detergente intimo: tutto quello che devi sapere

Detergenti intimi: perché sono importanti?

Seguire una corretta igiene intima è una pratica essenziale che andrebbe appresa sin dall'infanzia al fine di prevenire disturbi genitali di diversa matrice, lungo tutto il corso della vita.

La vagina, fortunatamente, è capace di pulirsi da sola ed è infatti sufficiente detergere le sue parti esterne con acqua e il detergente intimo più adatto, la cui scelta è molto importante, in quanto bisogna utilizzare sempre prodotti che rispettino la microflora vaginale.

In questa sede, ci teniamo a ricordare che, a prescindere dal detergente scelto, è bene non eccedere con l'igiene intima: un eventuale eccesso di sapone o troppi lavaggi, potrebbero seccare la pelle, portare a prurito intimo e far perdere la naturale elasticità cutanea dell’area.

Tipi di pH

È bene sapere che esistono prodotti con diversi tipi di pH e che la scelta deve cadere su quelli più in linea con quello più simile al proprio pH vaginale.

Durante l'età fertile il pH vaginale è lievemente acido ed è importante che resti tale anche dopo la detersione: per tal ragione, i detergenti adoperati per l'igiene intima dovrebbero avere un pH intorno a 3,5 - 5,5.

Proprio perché molti detergenti comuni sono leggermente alcalini (ph 7), è indicato usare il detergente intimo migliore, che sia testato e approvato per l'igiene intima.

Qual è il tuo pH?

Il ph cambia di persona in persona e anche in base all’età della donna: è più alto durante l’età infantile poi, come anticipato, raggiunge valori che vanno tra 3,5 e 4,5 durante l'età fertile, e risale in menopausa. È importante usare un detergente con ph simile a quello vaginale: neutro in menopausa e nel periodo prepuberale, acido durante l'età fertile.

Durante la gravidanza il ph diventa ancora più acido, arrivando anche a 3,5. In questo periodo le difese naturali possono risultare indebolite, anche a causa della fisiologica pressione dell'utero su vagina e vescica e degli squilibri ormonali, predisponendo alle infezioni vaginali.

Un motivo in più per scegliere con cura i detergenti intimi in gravidanza oppure, in caso di infezioni come la candida femminile, rifarsi a uno specifico detergente intimo per candida.

La menopausa è una condizione fisiologica che porta, invece, a una riduzione nella produzione degli estrogeni e, di conseguenza, a una perdita di acidità del ph.

La scelta del detergente intimo più adatto

Ogni donna deve saper scegliere il ph del detergente intimo più adatto a sé stessa, meglio se accompagnata nella scelta dal proprio ginecologo. Un buon detergente rispetta il pH fisiologico e la flora batterica naturalmente della vagina.

Quindi, un detergente intimo donna, quando in età fertile, deve avere una reazione acida, con un pH intorno a 5: alcuni prodotti in commercio sono formulati con acido lattico, normalmente presente in vagina, e sono spesso consoni per le esigenze fisiologiche di questo periodo.

In più, nella scelta del detergente, è importante tener conto di alcune proprietà che il prodotto deve avere, quali:

  • esplicare una minima azione antisettica, come il detergente intimo per bruciore specialmente in caso di irritazioni;
  • avere un'azione deodorante e rinfrescante, essenziale per il proprio benessere;
  • essere formulato, quando necessario, con estratti vegetali, come la camomilla, ad azione lenitiva, per rimediare a una eventuale secchezza locale, soprattutto in menopausa.

Durante la menopausa, per regolare i cambiamenti del corpo e prevenire eventuali disturbi che interessano la mucosa vaginale, ci si può rifare a un detergente specifico ad azione lenitiva, capace di combattere la secchezza e apportare una sensazione di freschezza.

Per quel che riguarda gli uomini, scegliere tra i detergenti intimi uomo è altrettanto importante per rispettare il pH della pelle, evitare reazioni allergiche o rossori e trattare in maniera efficace eventuali pruriti e residui di sporco.

Ma vediamo quali sono i migliori detergenti intimi in commercio.

Prodotti Utili

Dermon Detergente Intimo pH 4,5

Detergente delicato a pH 4,5 con effetto rigenerante e rinfrescante, rispetta la naturale microflora delle zone intime lasciando una gradevole sensazione di freschezza e pulizia, grazie ai suoi agenti di controllo della microflora, emollienti e lenitivi.

Aptagen

Detergente intimo efficace nell’eseguire una profonda detersione che rispetta la delicata struttura delle mucose.

Marvinia

Detergente intimo formulato con estratti vegetali e semi di pompelmo, utile per regolare l'equilibrio delle difese naturali cutanee.

Ka1000la

Detergente Intimo ad azione protettiva, lenitiva e calmante che protegge dagli agenti esterni grazie ai suoi oli essenziali di timo, albero del tè, origano e manuka che prevengono eventuali stati irritativi delle mucose.

Detergente Intimo Uomo Saugella

Detergente per l’igiene quotidiana maschile intima e del corpo, con estratti di Eugenia caryophillus ed Helicrysum italicum che esplicano un’azione antibatterica, antimicotica e antiossidante, efficace nel prevenire infezioni e infiammazioni, oltre a essere rinfrescante e deodorante.

Olinorn Detergnete Intimo Oleoso

Un prodotto a base oleosa ad azione emolliente, grazie ai derivati degli olî di babassu e macadamia, purificante, grazie allo zinco e all'olio di neem, rinfrescante e lenitiva, grazie a pantenolo e all'aloe.

Se vuoi approfondire l’argomento o hai qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.