Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care
Dolori reumatici: ecco perché non dovresti trascurare i sintomi
Pubblicato il: 04 novembre

Dolori reumatici: ecco perché non dovresti trascurare i sintomi

Cosa sono i dolori reumatici

I reumatismi, purtroppo, non sono semplici acciacchi alle articolazioni che si palesano con l’età. Col termine reumatismo, ci si riferisce a disturbi che si palesano con dolori alle ossa o a livello articolare, ma anche a cartilagini, tendini, legamenti e muscoli limitrofi.

Non esiste quindi un solo tipo di reumatismo, infatti spesso si parla di reumatismi o di malattia reumatica al plurale.

Stiamo parlando di disturbi che possono palesarsi a a tutte le età, anche se alcune sono più frequenti in età avanzata (come l’artrosi, l’osteoporosi), mentre altre, come l’artrite reumatoide o il lupus, possono colpire durante l’età fertile.

Le malattie reumatiche

Le malattie reumatiche sono tante e diverse tra loro. Ciò che le accomuna è la comparsa di dolore e la riduzione di funzionalità e movimenti in una o più parti del corpo.

Ogni disturbo reumatico può avere cause e sintomi diversi, oltre che richiedere diagnosi e terapie differenti. Sicuramente, a prescindere dal tipo di disturbo, non li si deve prendere sottogamba, in quanto possono ridurre sensibilmente la qualità della vita.

Una distinzione sostanziale può essere fatta tra:

  • reumatismi degenerativi, scatenati da un processo degenerativo dei tessuti, come nel caso dell’artrosi, correlata alla progressiva degenerazione delle cartilagini articolari
  • reumatismi infiammatori, scatenati da un processo infiammatorio, come le artriti (artrite reumatoide) ma anche altre patologie, come la gotta e le connettiviti (come il lupus).

Le cause e i fattori di rischio

Trattandosi di un gruppo di disturbi abbastanza vario, anche le cause che portano alle malattie reumatiche sono molto diverse, ed è bene conoscere almeno le differenze tra artrite e artrosi.

L’insorgenza dei reumatismi infiammatori (come l’artrite reumatoide) è spesso correlata a una risposta immunitaria anomala che fa partire un processo infiammatorio locale e/o sistemico che porta i linfociti ad aggredire specifici tessuti, producendo mediatori dell’infiammazione, che danneggiano i tessuti stessi e causano i sintomi tipici del disturbo.  

Tra le possibili cause si trovano le infezioni virali o batteriche ma anche traumi, stress, agenti ambientali di diversa matrice, ma spesso è difficile trovare le reali cause della malattia. C’è sicuramente la predisposizione genetica favorita da fattori esterni che portano a un’alterazione della risposta immunitaria nei confronti di principi normalmente presenti nel corpo umano. 

Quando invece si tratta di forme degenerative croniche, come l’artrosi, il danno articolare è conseguenza dell’alterazione del metabolismo della cartilagine, che si assottiglia e deteriora, portando le superfici ossee a sfregamento ed erosione.

I principali fattori sono rappresentati dall’invecchiamento, dallo stress meccanico da attività professionale o sportiva (danno da usura), dai traumi accidentali, dal sovraccarico in caso di sovrappeso od obesità.

Riconoscere i sintomi per non trascurarli

Parliamo di disturbi che portano a soffrire di dolori articolari diffusi, ma anche muscolari, mani fredde, dolore lombare nei giovani, rigidità osteoarticolare e lombalgia sono sintomi tipici dei disturbi reumatici.

Meglio consultare un medico in caso di una tumefazione tra i sintomi iniziali, che si manifesta in maniera repentina e senza una ragione chiara, così come un rigonfiamento correlato o meno a dolore e arrossamento locale di una o più articolazioni, specialmente se non c’è trauma.

È altrettanto importante insospettirsi se, tra i sintomi dei reumatismi, si palesa dolore alle articolazioni o alla colonna vertebrale o al tallone, in assenza di cause chiare. Chi ne soffre deve rivolgersi subito a uno specialista reumatologo.

Come prevenire i dolori reumatici

Per prevenire i dolori alle articolazioni è bene partire dall’alimentazione, assumendo antiossidanti come gli omega 3 e le vitamine A, C ed E, che combattono l’invecchiamento cellulare che danneggia le cartilagini ed è causa principale dei dolori articolari. È bene anche eliminare o ridurre gli zuccheri semplici, presenti nei dolci e nelle bevande zuccherate, oltre che i grassi saturi: ridurre il consumo di insaccati, salumi e formaggi e usare l’olio extravergine di oliva a crudo.

Praticare un’attività fisica moderata è altrettanto importante, dato che uno stile di vita sedentario pesa negativamente sulla salute e limita la mobilità delle articolazioni. La sedentarietà, inoltre, è spesso associata al peso eccessivo, che è dannoso per le articolazioni. È bene anche proteggere le articolazioni da freddo e umidità specialmente per evitare il dolore articolare alle mani, che sono più esposte.

Dato che il fumo costituisce un fattore di rischio sia per l’insorgenza delle malattie reumatiche, sia per la loro evoluzione, è importante anche buttare le sigarette una volta e per sempre.

Cure e rimedi

Per alleviare i dolori articolari si può ricorrere all’assunzione di integratori, come quelli a base di omega 3 e acido gamma linolenico (omega 6), oppure ricorrere alla fitoterapia con effetti antinfiammatori, grazie a elementi come acido boswellico, curcumina o artiglio del diavolo.

È sicuramente importante riuscire a mantenere una certa efficienza muscolare e la mobilità articolare, attraverso un minimo di attività motoria regolare, moderata, oltre che con massaggi e fisioterapia.

In caso di dolori reumatici alle gambe o di dolori reumatici alla schiena che impediscono di effettuare attività fisica, possono risultare molto efficaci le cure termali e i fanghi, grazie al calore “umido” che è benefico per le articolazioni, riducendo l'infiammazione e il dolore.

I rimedi farmacologici per i reumatismi cambiano in base al disturbo che ne è alla base e rimandiamo al consulto medico, mentre i trattamenti medici non farmacologici contro i reumatismi sono diretti verso l'agente scatenante, e il più comune è quello chirurgico, che può essere necessario soprattutto in presenza di artrite reumatoide e gottosa o artrosi, in caso di esaurimento della cartilagine e/o della necrosi ossea.

Prodotti utili

Dr.Reckeweg R11

Rimedio omeopatico in gocce utile per trattare mialgie acute e croniche, lombalgie, sciatalgie causate da influenza e artrite sacro-illaca. Utile anche contro i dolori alla schiena e i reumatismi articolari cronici.

Pharmafit Atrovit Complex

Integratore alimentare antinfiammatorio utile contro i disturbi di origine reumatica, grazie ai suoi estratti vegetali naturali.

R11 Dr. Reckeweg

Medicinale omeopatico in compresse utile per trattare affezioni muscolari, reumatiche e discali, oltre che le mialgie acute e croniche, lombalgie e artrite sacro-iliaca.

Ilmodol Granulato

Medicinale Antinfiammatorio e Antireumatico utile per il trattamento sintomatico di breve durata dei dolori lievi e moderati. Ha una doppia azione, in quanto agisce sia sul dolore che sull’infiammazione che ne è alla base.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.