Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care
Cos'è la dispepsia e come si cura?
Pubblicato il: 14 ottobre

Cos'è la dispepsia e come si cura?

Cos'è la dispepsia

Quando si parla di dispepsia ci si riferisce a una condizione che si caratterizza per una serie di sintomi di diversa matrice (quali difficoltà a digerire, senso di sazietà e bruciore) che si palesano a digiuno o dopo mangiato.

Tipi di dispepsia

La dispepsia può essere di tipo:

  • organica (o secondaria): quando dovuta a condizioni ben definite, come le patologie del tratto digestivo (reflusso gastroesofageo, gastrite, epatite, intossicazioni alimentari, etc.), ma anche effetti collaterali di farmaci e alimentazione squilibrata;
  • funzionale (o primitiva): quando non si riesce a individuare la causa attraverso le analisi del caso.

Cause della dispepsia

La dispepsia funzionale è quella più comune: spesso, infatti, non si riesce a rilevare una causa organica evidente per i sintomi accusati. In tali casi si crede che i problemi di digestione siano la possibile conseguenza di una interazione di diversi aspetti, quali:

  • incremento della sensibilità degli organi dell’apparato digerente;
  • digestione lenta e rallentamento dello svuotamento gastrico;
  • alterazione dei processi relativi al transito del cibo in stomaco ed intestino.

Ansia e stress sono spesso correlate a questi disturbi (dispepsia nervosa): quando è difficile stabilire con precisione il ruolo di cause ed effetti, spesso bisogna indagare le conseguenze cui portano ormoni e neurotrasmettitori, quando la produzione viene alterata da tali eventi.

Altre cause della dispepsia possono essere:

In ordine di frequenza, tra i fattori più comuni della dispepsia al primo posto vi è l'Helicobacter pylori, seguito dai medicinali e dall'abuso di fumo e alcol.

Sintomi della dispepsia

La dispepsia si presenta spesso come un dolore o una sensazione di disagio nella parte centrale superiore dello stomaco. Il dolore può essere intermittente e si potrebbe anche avvertire un eccessivo senso di pienezza, spesso quando inizia la digestione dopo un pasto pesante, tendendo a sviluppare un senso di sazietà precoce.

Volendo elencare i sintomi della dispepsia più comuni, troviamo:

  • Senso di nausea dopo i pasti.
  • Reflusso acido.
  • Dolore o bruciore allo stomaco.
  • Sensazione di gonfiore, pienezza e/o eruttazione continua.
  • Scarso appetito.

Alimenti consigliati per favorire la digestione

Per combattere la dispepsia e la digestione lenta è bene assumere alimenti semplici da elaborare per lo stomaco: parliamo di carciofi e finocchi, che favoriscono la digestione, al pari di determinate erbe aromatiche come la menta. Il riso in bianco condito con olio extravergine d’oliva e parmigiano è l’ideale, così come un piatto di pasta al pomodoro e, in generale, le verdure e il pane integrale.

È molto importante assumere più fibre, che aiutano la peristalsi intestinale e prevengono la formazione di gas, il gonfiore e la costipazione. Via libera a cereali integrali, noci, semi, fagioli, legumi, broccoli, cavoli e verdure a foglia verde scuro.

Alimenti da evitare

In caso di dispepsia, ma anche in via preventiva, è bene evitare o almeno moderare l’assunzione di:

  • pietanze a base di carne, che stimola la produzione di succhi gastrici e quindi favorisce la comparsa di acidità;
  • insaccati e formaggi piccanti o fermentati;
  • caffeina e bevande gassate;
  • pietanze troppo speziate o piccanti;
  • fritture;
  • bevande alcoliche.

Rimedi per la dispepsia

Quando si hanno problemi di digestione è importante evitare di praticare un’attività fisica intensa dopo mangiato, mentre è meglio eseguire alcuni esercizi che favoriscono la digestione come andare in bicicletta, fare ginnastica leggera, correre sul posto o saltare la corda.

È importante aumentare l’idratazione e bere molta acqua al fine di aiutare fegato e reni nell’eliminazione delle scorie, oltre che favorire l’azione dei succhi gastrici. La si può assumere calda con una buccia di limone, in caso di mal di stomaco accompagnato da nausea dopo mangiato, al fine di stimolare fegato e pancreas, e prevenire anche reflusso e acidità.

Una vita sedentaria non è mai raccomandabile e sdraiarsi subito dopo avere pranzato o cenato non favorisce la digestione. Soprattutto la sera, bisognerebbe mangiare circa tre ore prima di coricarsi.

Tra i rimedi per digerire, c’è anche il succo di limone con bicarbonato o all’infuso di camomilla e salvia, ma anche alle tisane digestive formulate con piante dalle proprietà carminative, come:

  • semi di finocchio: aiutano a digerire e combatte i gonfiori addominali;
  • cicoria: ad azione disintossicante.
  • Genziana e anice: utili in caso di gonfiore addominale.
  • Cumino, coriandolo, cardamomo e liquirizia.

A volte la cattiva digestione può essere conseguenza di una carente produzione di enzimi digestivi: in tale caso può essere utile rifarsi a integratori dedicati, ricchi di enzimi di origine animale o vegetale: essi sono capaci di scindere i nutrienti nei loro componenti fondamentali in modo da renderli più facilmente assimilabili.

Prodotti utili

Kijimea Stomaco Irritato

Prodotto efficace per la cura della dispepsia funzionale e dei sintomi quali senso di sazietà precoce, nausea, dolore e pressione al torace, pesantezza e scarso appetito.

Menta Piperita Erbamea

Olio Essenziale efficace in caso di astenia, ipotensione, lipotimia, lieve insufficienza epato-pancreatica, dispepsia e stipsi.

Ecol New Relax

Estratto analcolico che esplica un’azione calmante sul sistema nervoso centrale. Utile negli stati di ipereccitabilità, insonnia e stati di tensione, oltre che per il trattamento della dispepsia.

Ecol Mirtillo

Integratore Alimentare utile in caso di diarrea, dispepsia cronica fermentativa e dispepsia del lattante. Esplica un’azione tonica e astringente che lo rende utile in diverse forme di diarrea o dissenteria.

Tocas Lactapro®

Integratore alimentare utile contro dispepsia: elimina i gas, corroborando la normale motilità e funzionalità gastrointestinale.

Homeos 14 Homeopharm

Rimedio omeopatico in microgranuli efficace contro gastriti, pirosi esofagea, dispepsia, gastralgie, ma anche dispepsia da abuso di tabacco.

Pulvis Stomachicus Cum Belladonna Weleda

Rimedio omeopatico utile in caso di dispepsia di tipo colitico o funzionale, ma anche in caso di reflusso gastroesofageo con bruciori di stomaco.

Se vuoi approfondire l’argomento o hai qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.