Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care
Aria nella pancia: cause, rimedi e cosa mangiare
Pubblicato il: 11 ottobre

Aria nella pancia: cause, rimedi e cosa mangiare

Aria nella pancia: le cause

Le cause che portano all’accumulo di aria nella pancia sono diverse.

Generalmente, masticare, ingoiare e bere con troppa fretta può portare a un maggiore ingresso di aria che va ad accumularsi nello stomaco o nell’intestino. Tale fenomeno è conosciuto con il nome di aerofagia e basta imparare a mangiare con la giusta calma, seduti e masticando bene.

Si aggiungono poi gli eccessi di bevande gassate (in particolare quelle contenenti zuccheri), la birra, il vino, i succhi di frutta ricchi di fruttosio, che corroborano la fermentazione intestinale e, di conseguenza, la produzione di gas che si accumulano e portano ad avere la pancia gonfia.

Aria nella pancia: i sintomi

In gran parte dei casi, l'aria nello stomaco porta a diversi sintomi, quali:

Può capitare che si palesi un’associazione di sintomi come aria nella pancia e diarrea, oltre che una concomitante presenza di aerofagia e meteorismo che porta a flatulenza maleodorante.

Gli individui che tendono ad accumulare aria nello stomaco presentano, in alcuni casi, anche disturbi del ritmo cardiaco (palpitazioni) e sensazione di mancanza di respiro. Raramente, si palesa anche un dolore retrosternale, che può essere confuso erroneamente come un infarto miocardico.

Aria nella pancia: cosa mangiare e cosa evitare

A tavola è bene non farsi mancare:

  • Tagli di carne magri e pesce di tutti i tipi, oltre a uova, anche se non più di 2 – 4 a settimana.
  • Formaggi stagionati naturalmente privi di lattosio, come il Grana Padano D.O.P., da assumere anche per ridurre le dosi di sale, oltre che latte e yogurt delattosati. I fermenti lattici per riequilibrare la flora intestinale sono da assumere solo sotto consiglio medico.
  • Cereali come frumento, avena, mais, miglio, grano saraceno. Quelli integrali vanno assunti con moderazione.
  • Il finocchio, in particolare, riduce le fermentazioni intestinali ed è efficace per sgonfiare la pancia. Per quel che riguarda le verdure, è bene cuocerle affinché le fibre in esse presenti subiscano una parziale digestione, che riduce il lavoro dei batteri intestinali e aiuta a controllare meglio il gonfiore addominale.
  • Frutta: melone, pere, mele, agrumi, ananas e mirtillo, che ha un’azione antifermentativa, quindi utile in caso di gonfiore addominale e presenza di gas intestinale.

In caso di stomaco gonfio, tornano molto utili anche le tisane carminative ai semi di finocchio, aneto, cumino e menta che, se assunte al termine del pasto, sono efficaci nel ridurre il meteorismo.

È importantissimo evitare d'ingerire aria, non consumando i pasti frettolosamente e masticando bene: a tal fine è bene anche evitare di parlare troppo mentre si mangia e il consumo di bevande gassate e zuccherine.

Posizioni per espellere l'aria dalla pancia

È possibile corroborare l’uscita dell’aria dallo stomaco, assumendo delle posizioni per espellere aria dalla pancia come:

  • La posizione del bambino felice: che allunga l'inguine interno e la parte bassa della schiena, aiutando il corpo a espellere l'aria dalla pancia, stimolando meccanicamente la peristalsi.
  • La posizione di torsione reclinata del ginocchio: permette di espellere l’aria nello stomaco, stimolando la muscolatura intestinale.
  • La posizione del sollievo dal vento: aiuta ad espellere l’aria dalla pancia, spingendola meccanicamente fuori dall’intestino, perfetta contro il meteorismo intestinale.
  • La posizione dell'allungamento del dorso: allunga le catene muscolari posteriori e corrobora la fuoriuscita di aria.
  • La posa del bambino: aiuta a far rilassare la parte bassa della schiena e permette di eliminare velocemente i gas intestinali, risultando utile anche contro il meteorismo.
  • La posizione di chiusura del diaframma: attiva e rinforza i muscoli del diaframma e può inoltre favorire l’eliminazione dell’aria della pancia.

Aria nella pancia: rimedi efficaci

Sicuramente un massaggio addominale può aiutare a espellere i gas intestinali, attraverso la stimolazione meccanica della muscolatura: oltre che nei caso di addome gonfio, può agire positivamente anche sulla stitichezza.

L’assunzione del bicarbonato di sodio può aiutare a espellere l’aria dalla pancia, dato che, quando a contatto con l’acido gastrico, esso produce anidride carbonica, che può corroborare l’espulsione dei gas. Ricordiamo che, proprio per questo, un assunzione eccessiva di bicarbonato può portare anche all’effetto opposto: troppa anidride carbonica potrebbe peggiorare il gonfiore addominale.

Alcune ricerche suggeriscono che 1 cucchiaio di aceto di mele, sciolto in un bicchiere d’acqua, può corroborare l’eliminazione dell’aria dalla pancia, senza effetti collaterali.

Tra i farmaci da assumere, generalmente ci si rifà a:

  • Simeticone: una miscela di gel di silice e dimeticone, un tipo di silicone. Tale composizione consente di aggregare piccole bolle di gas intestinale in bolle più grandi e compatte, più facili da eliminare.
  • Carbone attivo o vegetale: dalla elevata porosità che adsorbe i gas intestinali o eventuali tossine.

Prodotti utili

Winter Carbone Vegetale

Integratore alimentare a base di Carbone vegetale, capace di inglobare le bolle d’aria e i gas presenti in tutto l’apparato gastro intestinale, corroborandone l’eliminazione, aiutando a sgonfiare la pancia e facilitando la digestione.

Eurovarbon R.I. Giuliani

Integratore alimentare in compresse a base di carbone ed altri ingredienti naturali, utile per ridurre la tensione addominale dovuta alla presenza di aria nella pancia. Gli attivi vegetali in esso presenti hanno la capacità di ridurre l’aria in accesso che può accumularsi al suo interno e favorire così la distensione dell’addome.

Pluricol® 100 Alphremev

Integratore alimentare formulato con estratti vegetali di Boswellia e Finocchio, con zinco e maltodestrine fermentate. Efficace per l'intestino irritato, contro gonfiore e aria nella pancia e per eliminare residui di alimenti digeriti male e le tossine, combattendo così il malassorbimento, le intolleranze alimentari, il meteorismo e l'insorgere della diarrea.

Se vuoi approfondire l’argomento o hai qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.