Spedizione gratuita da 19,90€ e reso gratuito sempre

Customer care
Laringite, faringite, tracheite: quali differenze?
Pubblicato il: 14 gennaio

Laringite, faringite, tracheite: quali differenze?

Capita spesso di confondere tra loro laringite, faringite e tracheite, nonostante ci siano delle notevoli differenze, che è bene saper riconoscere al fine di poter comprendere meglio qual è la cura più consona da adottare.

Laringite

La laringe è una struttura cava situata tra la faringe e la trachea, più o meno all’altezza del pomo d’Adamo ed è indispensabile per la fonazione (produzione dei suoni), in quanto è al suo interno che si trovano le corde vocali.

La laringite consta di un arrossamento o infiammazione dell’organo in questione, di matrice virale o batterica, che porta ad avere la sensazione di gola gonfia, oppure conseguente al contatto con sostanze irritanti, come il fumo, gas o vapori eccessivamente caldi.

La laringite è riconoscibile e distinguibile dalle altre per la disfonia, ossia un abbassamento della voce, di intensità variabile, dalla raucedine fino all’afonia. Essendo di matrice virale, può causare spesso anche raffreddore, portare ad avere placche alla gola e i linfonodi infiammati, oppure manifestarsi anche con sintomi quali difficoltà di respirazione, tosse secca o rumori al momento della respirazione.

Faringite

La faringite è il termine scientifico di quel sintomo meglio noto come mal di gola: anch’essa può essere di origine virale e batterica, e consta di un’infiammazione della faringe.

I sintomi più diffusi sono dolore, sensazione di groppo in gola e difficoltà a deglutire, gonfiore e irritazione e, in alcune circostanze, in caso di faringite acuta potrebbero presentarsi anche febbre e tosse sia grassa che secca, concomitanti a un mal di gola persistente.

Le cause possono essere ricercate anche in fattori esterni come l’aria fredda, gli sbalzi di temperatura e il fumo.

Tracheite

La trachea è l’organo che viene attraversato dall’aria che respiriamo e la cui infiammazione è definita tracheite.

Una tracheite può essere conseguente a un’infezione batterica, oppure può presentarsi quando si palesano reazioni allergiche. I sintomi possono essere anche molto diversi e vanno dal rumore durante l’atto della respirazione, alla sensazione di bruciore al torace e sotto lo sterno, dalla tosse che non passa alla difficoltà respiratoria nei casi più gravi.

Trattamento

Da quel che si può capire, tutti e tre i disturbi possono avere matrice batterica e, in tal caso, è bene cosnultare il proprio medico curante, che prenderà in considerazione la necessità o meno di adottare una cura a base di antibiotici per il mal di gola per trattare il disturbo.

Su base generica, per curare una eventuale infiammazione da mal di gola ci si può rifare a specifici rimedi, come antisettici e antinfiammatori, che possono ridurre la carica microbica e corroborare la riduzione del dolore.

Prodotti utili

Oti MU 5

Spray orale per gola e tonsille, utile per lenire la mucosa orale utile in tutti i disturbi infiammatori.

Igeakos SIN 43

Medicinale omeopatico in gocce indicato quando è necessaria un'azione antinfiammatoria, spasmolitica, espettorante e analgesica.

20 N Carpinus Betulus Compositum

Fitointegratore alimentare efficace per corroborare il naturale drenaggio della parte alta delle vie respiratorie, esplicando una rapida ed efficace azione sfiammante sulla mucosa e apportando sollievo.

Dr. Reckeweg R9

Gocce omeopatiche che placano la tosse secca e stizzosa, in caso di laringiti e faringiti, pertosse e tosse sintomatica di tubercolosi polmonare.

Vitamina D3 2000

Integratore alimentare a base di vitamina D che contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario, utile per prevenire eventuali stati di debolezza e restare esposti all’azione di virus e batteri.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.